fbpx

Torino, chiuso bar sul Lungo Dora Napoli per 10 giorni

Duranti i controlli è emersa un'aggressione avvenuta nei mesi scorsi

Torino, chiuso bar sul Lungo Dora Napoli per 10 giorni.

Nel pomeriggio del 21 luglio   il Questore di Torino,   ai sensi dell’art. 100 TULPS,  ha sospeso la licenza di un  bar, ubicato in Torino, Lungo Dora Napoli,    frequentato da numerosi avventori, italiani e stranieri, che rimarrà chiuso  per giorni 10 decorrenti dal  21 luglio 2022.

E’ il terzo locale a subire il provvedimento cautelare del Questore nel quartiere Aurora nel giro di poco più di un mese, a dimostrazione che è sempre elevata l’attenzione della Questura verso i disagi rappresentati dai residenti del quartiere.

Il locale bar si  trova in una zona ove i residenti hanno presentato numerosi  esposti a causa dei frequentatori dei locali che insistono nella via (schiamazzi, liti, risse).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Le motivazioni

Il provvedimento è stato adottato al termine  di una serie di controlli  iniziati nel mese di febbraio u.s. da personale del Commissariato “Dora Vanchiglia” in collaborazione con gli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte, messi a disposizione della Questura per rinforzare il dispositivo di controllo del territorio.

Durante uno dei controlli del territorio da parte degli Agenti della Polizia di Stato è stato anche fermato per motivi di  polizia un avventore, sorpreso mentre era intento a consumare bevande all’interno.

Inoltre nel mese di marzo u.s.  all’interno del bar, si consumava una aggressione da parte di alcuni cittadini extracomunitari ai danni di un avventore. La vittima si recava poi presso un nosocomio cittadino dove veniva dimesso con una prognosi di 7 giorni. Per l’aggressione subita sporgeva regolare denuncia presso il Commissariato Dora Vanchiglia.

I precedenti

È la seconda volta che il locale subisce una sospensione della licenza nel giro di poco più di una anno: la precedente scaturita dal fatto che il locale era abituale ritrovo di persone pregiudicate.

Tenuto conto dei fatti reato accaduti nel locale, della presenza numerosa di  persone pregiudicate, degli esposti presentati sia contro il locale in parola sia contro altri locali della zona,  il Questore ha  ritenuto  che il locale costituisca fonte di concreto e attuale pericolo per la sicurezza dei cittadini, dei consociati e degli avventori, con indubbi riflessi negativi sull’ordine pubblico.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×