Torino, alla guida con la patente revocata: in casa stupefacente e denaro, arrestato per spaccio

Torino, è stato sorpreso alla guida nonostante gli fosse stata revocata la patenta di guida da 4 anni ed il veicolo era stato sottoposto a fermo amministrativo solo pochi giorni prima poiché era stato fermato nuovamente senza patente. Ieri, gli agenti del Commissariato Madonna di Campagna hanno denunciato l’uomo, un italiano di 46 anni con diversi precedenti di Polizia, per la reiterazione del reato. Inoltre, è stata predisposta l’alienazione del veicolo come pena accessoria.

 

In via Mondrone il 46enne alla guida della sua utilitaria rossa sostava nel senso opposto di marcia quando gli agenti, in servizio di Volante, hanno deciso di controllarlo. L’uomo, insospettito, ha ripreso la marcia, ha percorso via Tesso, via Giachino e corso Mortara dove è stato fermato. All’interno del veicolo era presente un cittadino straniero sottoposto attualmente alla Misura Cautelare della Presentazione alla PG per reati in materia di stupefacenti. Avendo l’italiano a suo carico un Avviso Orale del Questore, è stato anche denunciato poiché non poteva trovarsi in compagnia di persone pregiudicate.

 

L’uomo è stato trovato in possesso di un “pizzino” con diversi riferimenti inerenti “entrate e uscite” con richieste e grammature. La perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire all’interno dell’appartamento, nel primo cassetto della camera da letto, oltre 150 grammi di stupefacente, parte già suddiviso in ovuli e in frammenti più piccoli, una bilancia elettrica, oltre a 590 euro in contanti e un telefono cellulare non di proprietà. Secondo quanto descritto dal quarantaseienne quel telefono sarebbe stato oggetto di pegno in cambio di sostanza stupefacente. L’uomo è stato arrestato per spaccio.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...