fbpx
CAMBIA LINGUA

Terracina, Latina. 57enne pregiudicato in arresto per atti persecutori nei confronti della vicina di casa

La donna ha raccontato alla Polizia che lei e la sua famiglia erano costretti a vivere in un costante stato di ansia e paura non potendo cambiare abitazione perché non avevano altra disponibilità.

Terracina, Latina. 57enne pregiudicato in arresto per atti persecutori nei confronti della vicina di casa.

Nel pomeriggio di giovedì 21 marzo, personale del Commissariato di Terracina, ha dato esecuzione a una Misura Cautelare a carico di un uomo di Terracina di anni 57, con diversi pregiudizi di polizia, ritenuto responsabile di atti persecutori e danneggiamento.

In particolare nello scorso mese di gennaio la vittima si era presentata in Commissariato ed aveva proposto querela nei confronti dell’indagato, suo vicino di casa.

Nel corso della denuncia la donna aveva ripercorso un episodio già denunciato nell’agosto del 2022, quando il suo vicino di casa, agitando due accette aveva insultato lei e la figlia minore e le aveva minacciate.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La stessa ha poi raccontato che in seguito a quell’episodio già denunciato, ve ne erano stati ulteriori in cui l’indagato le aveva lanciato oggetti dalla finestra quando la vedeva rientrare a casa nonché altri episodi di minacce e offese, fino a quando nel dicembre 2023 la donna uscendo dalla sua abitazione per recuperare la sua autovettura si era accorta che la fiancata lato destro della stessa era stata visibilmente graffiata, mentre sul finestrino della vettura c’era una scritta offensiva nei suoi confronti.

In quella stessa occasione l’indagato aveva inveito contro di lei e con fare minaccioso le aveva confermato le responsabilità per il danneggiamento, ammissione confermata anche da un altro testimone sentito dagli investigatori.

La donna ha raccontato alla Polizia che lei e la sua famiglia erano costretti a vivere in un costante stato di ansia e paura non potendo cambiare abitazione perché non avevano altra disponibilità, tanto che dopo l’escalation di violenze e minacce poste in essere nei suoi confronti dall’indagato, la figlia si rifiutava di andare a scuola perché aveva paura per la sua incolumità, e lei invece era stata costretta a rientrare a casa solo quando c’era il marito e a parcheggiare l’auto in altri posteggi per evitare che l’indagato potesse nuovamente danneggiarla.

A seguito della denuncia i poliziotti hanno effettuato approfondimenti investigativi di concerto con l’A.G. e sulla scorta degli elementi raccolti dal personale del Commissariato di Terracina, l’A.G. ha richiesto l’applicazione di un’idonea misura cautelare al G.I.P. che, concordando con il quadro indiziario prospettato, ha emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione di dispositivo di controllo elettronico e con previsione, nella stessa Ordinanza, che in caso di mancanza di consenso alla controllo elettronico, all’uomo sarebbe stata applicata la custodia cautelare in Carcere.

L’uomo rintracciato da personale della Polizia Giudiziaria di Terracina, all’atto della esecuzione dell’Ordinanza, non indicando un luogo idoneo ove scontare la misura degli arresti domiciliari e non prestando il consenso all’applicazione dei dispositivi di controllo elettronico, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Terracina, Latina. 57enne tratto in arresto un pregiudicato ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti della vicina di casa.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×