Teramo, Mariapia Marinelli è il nuovo Dirigente della Divisione Anticrimine

Teramo, la dr.ssa Mariapia Marinelli è stata assegnata presso la Questura di Teramo e ha assunto dal 1° settembre le funzioni di Dirigente della Divisione Anticrimine.

Marinelli è nata ad Agnone. Nel 1997 ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Perugia. Ha poi frequentato, presso la “Libera Università Maria Santissima Assunta” di Roma, la Scuola di Formazione per l’acquisizione di competenze pratiche per le professioni forensi, post-laurea. Abilitata all’esercizio della professione forense, ha conseguito presso l’Università Carlo Cattaneo di Castellanza, il master universitario di II livello in “Criminologia forense”.

Entrata in Polizia nell’anno 2000, è stata assegnata alla Questura di Genova ricoprendo incarichi presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, l’Ufficio di Gabinetto ed il Commissariato di P.S. “Centro”, distinguendosi in numerose attività volte a contrastare lo spaccio di stupefacenti al dettaglio, i reati predatori e lo sfruttamento della prostituzione.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Da maggio 2009 a gennaio 2015 ha prestato servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Milano, ricoprendo gli incarichi di dirigente della 6ª sezione “Contrasto al crimine diffuso”, dirigente della 4ª sezione “Reati sessuali e in pregiudizio di minori” e dirigente della 5ª sezione “Reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione”.

Dal gennaio 2015 è stata trasferita presso la Direzione Centrale Anticrimine – Servizio Centrale Operativo, dove si è occupata prevalentemente di mafie etniche, prostituzione e immigrazione clandestina, tratta di esseri umani, reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione. In tali ambiti ha collaborato a diverse inchieste, recandosi in missione presso le Squadre Mobili di Palermo, Catania, Trapani, Como, Chieti, Foggia e Bari.

Ha ricevuto diversi encomi e lodi per aver coordinato indagini in materia di reati contro la persona ed il patrimonio, armi, stupefacenti e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Ha svolto numerose attività di docenza in materia di tecniche investigative, traffico di migranti, tratta di esseri umani ed operazioni sottocopertura presso la Scuola Superiore della Polizia di Stato e presso l’Istituto per Ispettori di Nettuno.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...