fbpx
CAMBIA LINGUA

Tentata estorsione nei confronti del titolare di un vivaio: due le persone arrestate

Il 46enne è stato condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere mentre il 49enne presso la propria abitazione agli arresti domiciliari.

Tentata estorsione nei confronti del titolare di un vivaio: due le persone arrestate.

Napoli, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Maddaloni congiuntamente a personale della locale Stazione hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare coercitiva in carcere e agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale, nei confronti di un 46enne di San Cipriano di Aversa e di un 49enne di Maddaloni, ritenuti gravemente indiziati dei reati di tentata estorsione aggravata e continuata, in concorso, nei confronti della titolare di un vivaio di Maddaloni.

Le indagini, partite a seguito della denuncia sporta dalla vittima il 23.05.2023, presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Maddaloni, hanno permesso di accertare che gli indagati, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, in tempi diversi e con minacce di morte e atteggiamenti allusivi all’appartenenza e/o vicinanza ad associazione criminale di stampo camorristico del casertano (clan dei casalesi), avrebbero ripetutamente chiesto alla vittima di consegnare la somma complessiva di 40 mila euro in tranche da 25 mila euro, 12 mila euro e 3 mila euro, da elargire in tempi diversi, quale corrispettivo di presunti pregressi debiti contratti dal figlio della vittima.

Il 46enne è stato condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere mentre il 49enne presso la propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Maddaloni

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×