fbpx
CAMBIA LINGUA

Taiwan, il terremoto più forte degli ultimi 25 anni

Scossa di magnitudo 7.4: 9 morti e 821 feriti

Taiwan, il terremoto più forte degli ultimi 25 anni.

Nove persone sono morte, in base all’ultimo bilancio disponibile, e 821 sono rimaste ferite in seguito ad un violento terremoto di magnitudo 7.4 che ha colpito la costa orientale di Taiwan.

Il sisma, secondo l’Istituto geofisico statunitense Usgs, è stato localizzato a 18 km a sud-est di Hualien City, a circa 155 km a sud della capitale Taipei, ad una profondità di 34,8 km.

Dopo la prima scossa ce ne sono state un centinaio di assestamento, nove delle quali misurate tra magnitudo 5 e 6. Altre due hanno superato la magnitudo 6 secondo i dati del Centro sismologico Cwa. Lo riporta Il Taipei Times. Il terremoto di questa mattina è stato avvertito in tutta Taiwan, poiché il sisma è stato poco profondo, ha spiegato il direttore del Cwa Wu Chien-fu.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Secondo l’ultimo aggiornamento diffuso dal Central Disaster Response Center (delle 16.30 locali, 10.30 in Italia), le persone intrappolate tra le macerie sono stimate adesso a quota 127. I danni più pesanti sono quelli nella contea di Hualien, l’epicentro della scossa principale. In particolare, massi sono caduti sull’autostrada Su-Hua e hanno colpito vari veicoli, provocando un numero ancora incerto e provvisorio di vittime.

Diversi edifici sono a rischio di crollo, mentre polizia, vigili del fuoco, unità di soccorso e volontari sono alle prese con gli sforzi per salvare le persone rimaste intrappolate. Secondo i media locali, l’ultima vittima è una donna estratta da uno degli edifici collassati a Hualien dopo un intervento definito “ad alto rischio”.

Le autorità taiwanesi hanno riferito che 70 minatori sono rimasti intrappolati in due miniere di carbone a seguito del potente terremoto che ha scosso l’isola questa mattina. Lo ha riferito l’Agenzia nazionale dei vigili del fuoco di Taiwan secondo cui i lavoratori sono bloccati in due miniere nella contea di Hualien, luogo dell’epicentro: nella prima sono intrappolati in 64, nella seconda in sei.

Il terremoto è stato «il più forte degli ultimi 25 anni», ha affermato il direttore del Centro sismologico di Taipei, Wu Chien-fu. «Il terremoto è vicino alla terraferma ed è poco profondo. È stato avvertito in tutta Taiwan e nelle isole al largo… è il più forte degli ultimi 25 anni dal terremoto (del 1999)», ha detto Wu Chien-fu riferendosi a un terremoto del settembre 1999 di magnitudo 7.6 che uccise 2.400 persone.

La Casa Bianca ha annunciato che gli Stati Uniti sono pronti ad aiutare Taiwan. «Pronti a fornire tutta l’assistenza necessaria», ha detto in una nota Adrienne Watson, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, precisando che l’esecutivo americano sta monitorando le conseguenze del terremoto a Taiwan e il suo potenziale impatto sul Giappone.

La Cina è «molto preoccupata ed esprime le sincere condoglianze ai connazionali di Taiwan colpiti dal disastro» del violento terremoto di magnitudo 7.4 registrato questa mattina. È quanto afferma una portavoce dell’Ufficio per gli affari di Taiwan del governo centrale, precisando che «presteremo molta attenzione al disastro e alle situazioni successive e saremo disposti a fornire assistenza in caso di catastrofe».

“Profondamente addolorato per la perdita di vite umane dovuta al terremoto di oggi a Taiwan”. Lo scrive su X il premier indiano Narendra Modi, esprimendo “le nostre più sentite condoglianze alle famiglie in lutto e l’augurio di una pronta guarigione ai feriti”. “Siamo solidali con il popolo resiliente di Taiwan mentre sopporta le conseguenze e si riprende”, conclude Modi.

“Il mio sincero sostegno va a tutte le persone colpite dal terremoto di Taiwan. E le mie condoglianze alle famiglie delle vittime”. Lo scrive su X il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, in merito al forte terremoto che questa mattina ha colpito l’isola. “L’Ue è pronta a fornire tutta l’assistenza necessaria”, aggiunge Michel.

Taiwan, il terremoto più forte degli ultimi 25 anni

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×