Spaccio e furti a Milano: serie di arresti della Polizia di Stato nel fine settimana

La Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi di contrasto alla criminalità diffusa, ha eseguito nel fine settimana a Milano diversi arresti per spaccio, e per reati contro il patrimonio.

Nell’ambito di un’intensificazione dei servizi mirati in zona Bresso, gli agenti della 6^ Sezione della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino italiano di 26 anni, senza precedenti. L’attività di polizia, nata da pregressi servizi sul territorio, aveva portato a sospettare che il 26enne fosse dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti all’interno della propria abitazione.

Dopo un servizio di osservazione , intorno alle ore 18 di venerdì 29 ottobre, i poliziotti hanno notato un ragazzo accedere all’interno dell’abitazione del 26enne per poi uscirne poco dopo, e incamminarsi frettolosamente lungo via Villoresi.
L’acquirente è stato trovato in possesso 7 grammi di marijuana. Nell’appartamento del 26enne dove sono stati rinvenuti e sequestrati, sul frigorifero della cucina, un involucro contenente circa 160 grammi di marijuana, un pezzo di hashish di circa 10 grammi, un bilancino elettronico di precisione ed una macchina per il sottovuoto.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Oltre 10 kg di marijuana sono stati rinvenuti in camera da letto, imballati all’interno di sacchi sottovuoto e, infine, all’interno del comodino i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato 13.240 euro provento dell’attività illecita. Il cittadino italiano, incensurato, è stato condotto presso il carcere di San Vittore.

Giovedì scorso, nel corso dei medesimi servizi, è stato arrestato un cittadino albanese 49enne, pregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale per detenzione abusiva di arma da sparo e ricettazione. Gli agenti della 6 Sezione della Mobile hanno notato un’autovettura con a bordo l’uomo nei pressi di Cornate d’Adda, in provincia di Monza Brianza, e insospettiti hanno deciso di effettuare un controllo. Nel vano porta oggetti della macchina è stata rinvenuta un’arma comune da sparo calibro 7,65 completa di caricatore con 7 cartucce. Il cittadino albanese con precedenti per ricettazione, furto, stupefacenti, falso e resistenza, è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Monza. La pistola, da accertamenti in banca dati, è risultata provento di un furto commesso nel 2019 a Modena.

Sempre giovedì, transitando per Piazza Diaz a Milano, gli agenti della 6^ Sezione della Squadra Mobile hanno notato un uomo aggirarsi con fare sospetto tra gli scooter parcheggiati. Poco dopo l’uomo si è avvicinato ad uno scooter ed ha armeggiato con il blocchetto di accensione. Immediatamente dopo si è spostato velocemente verso un secondo scooter dal quale ha asportato un casco agganciato al vano porta oggetti. Lo ha calzato, è tornato verso il primo scooter, lo ha messo in moto e ha tentato di partire prima di essere bloccato dagli agenti che hanno assistito all’intera scena.

Il 39enne, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, specializzato nel furto di motoveicoli, con precedenti per rapina, evasione, lesioni, maltrattamenti ed estorsione, oltre a rispondere del tentato furto dello scooter e del casco, debitamente restituiti ai proprietari, dagli accertamenti eseguiti dai poliziotti è risultato destinatario di un ordine di carcerazione per espiare una pena di 5 anni e 6 mesi, a seguito condanne per reati contro il patrimonio. Pena che precedentemente stava scontando in regime di affidamento in prova presso una comunità della Provincia di Como dalla quale però si era allontanato rendendosi irreperibile.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...