Sondrio, Rinvenimento e riconoscimento corpo senza vita della minore scomparsa Hafsa BEN DAOUD

Sondrio, Nella mattinata di sabato 19 u.s., intorno alle ore 10:00, un ex appartenente alla Polizia di Stato impegnato in attività venatoria nei pressi del fiume Adda, in località S. Pietro del Comune di Berbenno di Valtellina (SO), avvertendo un intenso lezzo, si avvicinava alla sponda del fiume notando un corpo privo di vita riverso sull’arenile.

Una squadra dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Sondrio ed un equipaggio della Squadra Volante della Questura del capoluogo, subito allertati, giungevano in breve tempo sul posto ed, espletate le formalità di rito, traslavano la salma alla camera mortuaria dell’Ospedale Civile di Sondrio.
Nel pomeriggio di lunedì 21 c.m. è stata avviata la procedura di riconoscimento della salma da parte dei familiari, opportunamente convocati, della minore BEN DAOUD Hafsa, scomparsa nel tardo pomeriggio del 1° settembre c.a. mentre, in compagnia della cugina, si bagnava nel punto di confluenza del Màllero nell’Adda e da allora oggetto di intense ed assidue ricerche messe in atto con imponente dispositivo, del quale faceva parte personale altamente specializzato.

Il riconoscimento da parte dei familiari dava esito positivo, avvalorando così l’ipotesi che per prima si era fatta strada tra gli investigatori che, pure, non avevano escluso altri possibili scenari.
Al termine delle incombenze procedurali, la salma è stata posta a disposizione della famiglia che ha deciso di riportarla in Marocco, terra d’origine dei signori BEN DAOUD, dove si terranno le esequie.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...