Sondrio, produceva e trafficava illecitamente stupefacenti

Arrestato un 39enne sondriese

Sondrio, produceva e trafficava illecitamente stupefacenti.

Prosegue con efficacia l’azione di contrasto dei Carabinieri di Sondrio ai reati attinenti la produzione ed al traffico illecito di sostanze stupefacenti. 

Lo scorso 9 agosto, i Carabinieri della Compagnia di Sondrio hanno tratto in arresto un sondriese di 39 anni, sorpreso in possesso di un’ingentissima quantità di hashish e marijuana che egli stesso aveva coltivato, conservato e confezionato.

L’attività informativa svolta nella zona boschiva di Castello dell’Acqua (SO) da parte dei militari della Sezione Operativa della Compagnia di Sondrio ha permesso, dopo mirate ricerche, di localizzare un casolare in cui era presente una coltivazione di diverse piante di canapa.

Nella mattinata di ieri, è stata quindi eseguita una perquisizione a seguito della quale i Carabinieri dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Sondrio hanno rinvenuto circa 4 kg di marijuana, oltre 36 kg tra trinciato e residui di steli e piante di canapa – pronti per la commercializzazione – 90 g di hashish e tutto un complesso di materiali utili sia alla coltivazione (serra artigianale, lampada alogena e sistema di ventilazione) sia alla produzione (una pressa per produrre olii e resine di canapa) sia al confezionamento (bilancino elettronico di precisione, macchinetta plastificatrice e bustine in cellophane).

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro mentre l’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Sondrio.

Si ritiene che l’ingente quantità di droga rinvenuta fosse destinata ad essere immessa nel territorio della Valtellina per la vendita illegale al dettaglio, con tutte le nefaste conseguenze che il suo consumo avrebbe avuto. Il sequestro costituisce quindi un vero e proprio duro colpo allo spaccio della zona.

FOTO-1-CON-LOGO

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...