Siracusa, l’agenzia funebre presa di mira dai clan

L’indagine ha anche permesso di acclarare la ripartizione territoriale e di interessi tra il clan Santa Panagia e il clan Nardo

Siracusa, l’agenzia funebre presa di mira dai clan.

I Carabinieri di Siracusa e di Augusta (SR) hanno arrestato 5 persone per illecita concorrenza con minaccia o violenza aggravata dal metodo mafioso, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e porto di arma da fuoco.

L’indagine, avviata nel maggio 2020, nasce dalla denuncia sporta dal titolare di un’agenzia di servizi funebri di Siracusa per minacce subite da parte di un imprenditore concorrente e finalizzate ad impedire l’esercizio dell’attività economica nel comune di Sortino.

Alle minacce verbali, dirette anche ai più stretti collaboratori, era seguita, appena un mese più tardi, l’esplosione di due colpi d’arma da fuoco contro la sede dell’agenzia di pompe funebri del denunciante.

L’indagine, inoltre, ha permesso di acclarare la ripartizione territoriale e di interessi tra il clan Santa Panagia e il clan Nardo.

carabinieri copia

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...