fbpx
CAMBIA LINGUA

Sassari: la Polizia locale esegue due misure cautelari nei confronti di una coppia portata nel carcere di Bancali.

La Polizia locale ha rintracciato una coppia di pregiudicati e su disposizione del gip l'ha condotta in carcere. I due sarebbero responsabili di numerosi furti.

Sassari: la Polizia locale esegue due misure cautelari nei confronti di una coppia portata nel carcere di Bancali.

In pochi giorni si sono resi responsabili del furto di diciotto bottiglie di superalcolici dagli scaffali di un supermercato.
La tecnica era sempre la stessa: l’uomo, un pregiudicato con numerosi precedenti, raggiungeva lo spazio in cui erano sistemate le bottiglie e attendeva che si svuotasse di clienti e commessi. A quel punto entrava in scena la complice anche lei con numerosi precedenti; la donna infilava nella borsa tutte le bottiglie che poteva contenere e, con passo svelto ma discreto, raggiungeva l’uscita del supermercato.

I due giovani erano già stati tratti in arresto per furto in flagranza di reato lo scorso 8 marzo quando, dopo aver rubato alcune scatole di gamberi e forme di formaggio, erano stati intercettati dagli agenti in borghese della Polizia locale e fermati mentre tentavano di vendere la refurtiva ad alcuni passanti.
Successivamente, la coppia era stata denunciata a piede libero per altri sei furti perpetrati con modalità speculari, prendendo di mira dai supermercati agli esercizi che commercializzano prodotti di bellezza.

I giorni scorsi, su disposizione del giudice per le indagini preliminari, gli agenti hanno rintracciato la coppia di pregiudicati per i quali era stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari e del braccialetto elettronico, ma non disponendo gli stessi di un domicilio idoneo, il gip ha aggravato la misura disponendo la detenzione in carcere: gli agenti hanno tradotto i due nel carcere di Bancali.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Sassari: la Polizia locale esegue due misure cautelari nei confronti di una coppia portata nel carcere di Bancali.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×