fbpx
CAMBIA LINGUA

Roma. Servizi ad Alto Impatto della Polizia di Stato in zona San Basilio: 293 le persone identificate e 3 esercizi commerciali sottoposti ad ispezione amministrativa. Elevate sanzioni per oltre 18.000 euro

In collaborazione con gli uomini del Reparto Cinofili dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Roma. Servizi ad Alto Impatto della Polizia di Stato in zona San Basilio: 293 le persone identificate e 3 esercizi commerciali sottoposti ad ispezione amministrativa. Elevate sanzioni per oltre 18.000 euro.

Si è svolto nei giorni scorsi a San Basilio un servizio ad “Alto Impatto” che ha visto impegnati gli agenti del competente Distretto di PS, in collaborazione con gli uomini del Reparto Cinofili dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio.

Nel corso del servizio i poliziotti hanno effettuato controlli presso la Stazione Metropolitana linea B alle fermate “Rebibbia”, “Ponte Mammolo” nonché nei quartieri “Case Rosse” e “Settecamini”, diretti anche al contrasto dello sfruttamento della manodopera irregolare nei vari settori lavorativi.

Durante l’attività, sono state identificate in tutto 293 persone, 126 delle quali straniere, e controllati 28 veicoli. Inoltre, gli investigatori hanno sanzionato amministrativamente una persona per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale perché sorpresa con circa 2 grammi e mezzo di hashish, mentre un’altra è stata denunciata per ricettazione poiché trovata in possesso di una smart TV di dubbia provenienza.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Roma. Servizi ad Alto Impatto della Polizia di Stato in zona San Basilio: 293 le persone identificate e 3 esercizi commerciali sottoposti ad ispezione amministrativa. Elevate sanzioni per oltre 18.000 euro

I poliziotti hanno altresì eseguito ispezioni amministrative in 3 esercizi commerciali.  2 attività di ristorazione sono state  sanzionate per l’inosservanza delle norme finalizzate al contrasto del lavoro irregolare e per l’inosservanza della normativa inerente la sicurezza sul posto di lavoro. Nella prima, sita in via Nomentana, insieme all’Ispettorato del lavoro, gli agenti hanno verificato la regolarità di tutti i contratti, ad eccezione di quello di 4 dipendenti non contrattualizzati; per tal motivo, il titolare è stato sanzionato per un ammontare di 9.700 euro.

Anche nella seconda attività sita in via San Getullo, gli operatori hanno accertato la presenza di 4 dipendenti non regolarmente assunti. Inoltre, i poliziotti hanno riscontrato anomalie inerenti le norme di sicurezza in quanto le uscite di emergenza del locale erano intralciate dai cavi di alimentazione dei frigoriferi e non vi era l’autorizzazione dell’Ispettorato del lavoro all’istallazione di un impianto di videosorveglianza all’interno della sala dedicata alla somministrazione; infine, grazie all’ausilio degli ispettori sanitari, sono state riscontrate gravi condizioni igienico sanitarie riconducibili alla presenza di blatte. Per tali motivi, il proprietario è stato sanzionato complessivamente per un importo di 8.900 euro.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×