Roma, salvata dalla Polizia una sordomuta caduta nel Tevere

Trasportata in codice rosso presso l’ospedale Umberto I

Roma, salvata dalla Polizia una sordomuta caduta nel Tevere.

Martedì scorso, percorrendo il Lungotevere degli Altoviti, in direzione Passeggiata di Ripetta, gli agenti della Polizia di Stato sono stati fermati da un uomo che segnalava loro la presenza di una donna caduta accidentalmente nelle acque del fiume Tevere.

Uno dei due poliziotti, dopo essere sceso in prossimità della banchina tramite le scale del ponte Vittorio Emanuele II, si è tuffato nelle acque del fiume mentre la donna, esanime, si trovava sott’acqua ed era in grave e serio pericolo di vita.

In quel particolare tratto le acque del fiume Tevere sono impervie, profonde e con una vistosa presenza di alghe che, affiorando fino alla superficie, hanno ostacolato il recupero della donna, una 32enne etiope. Nonostante le notevoli difficoltà, il poliziotto è riuscito a localizzarla e portarla verso la banchina in stato d’incoscienza.

Dopo le cure di primo soccorso e l’intervento del personale del 118, la donna è stata trasportata in codice rosso presso l’ospedale Umberto I.

tevere

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...