Roma, possedevano un ingente quantità di rame, deferiti in stato di libertà

I tre soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di ricettazione, per l'accertata presenza di un ingente quantitativo di rame

Roma, possedevano un ingente quantità di rame, deferiti in stato di libertà.

Nella giornata del 23 aprile, gli agenti del VI Distretto Casilino hanno effettuato una nuova operazione alto impatto nelle zone di Tor Bella Monaca, Giardinetti, viale Oxford, viale Santa Rita da Cascia, via Casilina e via Maso Finiguerra, diretta alla verifica e al controllo di persone irregolari, al contrasto dell’abusivismo, alla prevenzione e repressione di fenomeni di spaccio di droga e al controllo amministrativo nei riguardi dei numerosi esercizi, ivi presenti .

Al termine del servizio sono state identificate 65 persone di cui 6 di origine straniera e  15 con precedenti di polizia e sottoposti a controllo 18 veicoli.

Inoltre, in seguito ad attività investigativa, è stato effettuato un controllo in via Maso Finiguerra, all’interno di un appartamento, dove sono stati trovati 3 soggetti.

Tutti e 3 sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà in concorso per il reato di ricettazione, per l’accertata presenza di un ingente quantitativo di rame, per un peso complessivo di circa 400.00 Kg.

Nel corso dell’attività è stato effettuato un controllo in forma congiunta con personale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro presso un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande in Largo Montenerodomo per il quale è stata disposta la sospensione immediata dell’attività commerciale, poiché inottemperante al precedente provvedimento di chiusura adottato il 16 marzo dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, mentre il titolare dell’esercizio commerciale in questione è stato denunciato in stato di libertà per non aver ottemperato all’invito di presentare la documentazione già richiesta nel mese di marzo e poiché inottemperante al provvedimento di chiusura.

Roma, possedevano un ingente quantità di rame, deferiti in stato di libertà

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...