Roma, “per gioco” prende a pugni i suoi amici provocandogli lesioni per 30 e 90 giorni: 35enne arrestato

Roma, nella mattinata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Lorenzo, diretto da Giuseppe Rubino, hanno proceduto all’arresto di R.D., 35enne romano, con precedenti di polizia, in applicazione della misura restrittiva emessa dal GIP del Tribunale di Roma.

La custodia cautelare è stata richiesta dal Pubblico Ministero della Procura di Roma a seguito delle risultanze investigative inerenti due episodi violenti, messi in atto dall’uomo, nel giugno e nell’ottobre 2019, durante i quali, per futili motivi, si era reso protagonista di combattimenti pugilistici, ingaggiando delle vere e proprie sfide, inizialmente scherzose, contro due conoscenti. Il tutto era stato ripreso e registrato da una videocamera installata presso un vicino esercizio commerciale.

In particolare è emerso che le colluttazioni, inizialmente semplici spintoni dati per gioco, sono poi degenerate in veri e propri scontri pugilistici iniziati dall’uomo con lo scopo di dimostrare la sua supremazia fisica, supremazia indubbia vista l’evidente prestanza del 35enne, rispetto ai due malcapitati “avversari”, i quali, a seguito dei violenti colpi subiti sono finiti in ospedale e ricoverati con prognosi rispettivamente di 30 e 90 giorni.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Dopo la notifica del provvedimento, il 35enne è stato associato presso una struttura carceraria a disposizione dell’autorità giudiziaria


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...