Roma, lavoro nero: sanzionata un’attività in zona Casilino

Regolari solo in 2 su 17

Roma, lavoro nero: sanzionata un’attività in zona Casilino.

Venerdì a Roma è stato effettuato un servizio ad Alto Impatto in zona Casilino, che ha visto impegnati agenti della Polizia di Stato, un’unità cinofila antidroga, un’unità dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e della Polizia Stradale Lazio. Sono anche intervenuti 6 uomini dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro e 2 ispettori del S.I.A.N. della ASL Roma 2.

È stata sottoposta ad ispezione amministrativa un’attività di vendita all’ingrosso di bevande di via dei Ruderi di Torrenova. Solo 2 lavoratori su 17 erano provvisti di un regolare contratto lavorativo. Gli altri 15, che non erano dotati né di documenti di identità o titolo di soggiorno né, tantomeno, risultavano contrattualizzati, sono stati tutti accompagnati negli uffici dell’Immigrazione. Nei confronti del proprietario sono state contestate sanzioni, sia di natura penale che amministrativa, per un importo complessivo di 84mila euro.

Inoltre, gli Ispettori della ASL Roma 2 hanno evidenziato gravi carenze igienico-sanitarie, con merci adagiate sul terreno non protette da agenti atmosferici ed animali infestanti, tali da decretare l’immediata sospensione dell’esercizio.

Casilino_1_Mod

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...