Roma, la Polizia lo arresta per maltrattamenti in famiglia e in casa scopre 5 piantine di marijuana

Roma, l’immediato l’intervento dei poliziotti ha scongiurato conseguenze ben più gravi. Quando sono arrivati in via Monte Soprano, infatti, ad attenderli, nell’androne del palazzo, un uomo, in evidente stato di agitazione, con in mano una mannaia da macellaio. Dopo una breve esitazione, alla richiesta dei poliziotti, ha lasciato però cadere a terra l’arma, riferendo loro di non aver fatto nulla. Riportato alla calma, B.D.A., 39enne italiano, con precedenti di polizia, è stato messo in sicurezza.

Ascoltata la vittima, madre dell’uomo, che nel frattempo si era rifugiata a casa di un vicino, i poliziotti hanno appreso dell’ennesima aggressione subita dalla donna, con percosse e minacce di morte da parte del figlio, armato di mannaia. Ha continuato il suo racconto riferendo che, solo per paura, non era mai riuscita a denunciarlo, né si era mai recata al pronto soccorso per essere medicata.

Accompagnata in ospedale da personale del 118, richiesto immediatamente sul posto, la donna 74enne, è stata refertata con 6 giorni di prognosi per “trauma peri orbitale, trauma contusivo della spalla e del braccio e una contusione dell’emitorace”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Durante la permanenza in casa agli agenti non è sfuggito il forte odore di stupefacente proveniente dal balcone dove, infatti, sono state rinvenute 5 piante di marijuana.

Oltre alla mannaia, sono state sequestrate sia le piante che alcune lampade UV idonee alla coltivazione dello stupefacente.

Accompagnato negli uffici di polizia il 39enne è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e per produzione e traffico di stupefacenti


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...