Roma, arrestati dalla Polizia di Stato un 43enne e un 53enne entrambi responsabili di maltrattamenti in famiglia

Roma, Gli uomini della Sezione Volanti, diretta da Marco Sangiovanni, hanno arrestato un 43enne romano S. E. che ha minacciato la madre con un coltello alla gola. I poliziotti giunti a casa della vittima,  si sono assicurati che la stessa stesse bene e, constatato quanto fosse successo, si sono messi alla ricerca dell’uomo che aveva lasciato l’abitazione poco prima del loro arrivo. La donna, che era riuscita a fuggire e a chiedere aiuto al vicino di casa, ha raccontato i vari episodi occorsi in passato, tra cui un’aggressione che nel 2013 l’aveva costretta a recarsi in ospedale e che era culminata con l’arresto del figlio per maltrattamenti in famiglia. Tuttavia dopo un anno e mezzo, l’uomo, scarcerato, era tornato a casa continuando con il suo comportamento violento. Anche il vicino di casa, che ha chiamato il 112 NUE, ha riportato una situazione familiare molto complessa e ha riferito di aver sentito più volte il 43enne minacciare di morte la madre. Il figlio, infatti, mediante minacce di morte, costringeva la donna a consegnargli l’intera pensione di invalidità. L’uomo, rintracciato dagli agenti è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

E ancora gli agenti della Sezione Volanti, hanno arrestato un 53enne romano F. A., sorpreso con un coltello nel cortile esterno dell’abitazione dell’ex compagna. La donna, in stato di agitazione, ha riferito di essere uscita per delle commissioni e di essere stata avvicinata dal suo ex compagno che ha tirato fuori un coltello minacciando di tagliarle la gola, poi, riuscita a scappare e a nascondersi, ha chiamato il 112. La donna ha riferito che da circa 2 anni, dopo la separazione, l’uomo ha iniziato a seguirla e perseguitarla e di aver già sporto varie denunce. L’uomo, bloccato dagli agenti, è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...