Rivolta d’Adda, rissa durante una cena, volano piatti e bicchieri: tre denunciati

Rivolta d’Adda (Cremona), nella serata del 6 ottobre i Carabinieri della Stazione di Rivolta d’Adda hanno denunciato tre cittadini italiani, di età compresa tra i 36 e i 55 anni, tutti con precedenti di polizia, per il reato di rissa e lesioni personali.
Tra i tre uomini, due dei quali residenti in provincia e uno residente in provincia di Milano, nel corso di una serata passata nell’abitazione di uno dei due residenti in zona, durante la cena e per motivi ancora da chiarire, è scoppiata una violenta lite che ben presto si è trasformata in una vera e propria rissa. Per questo motivo, alla Centrale Operativa di Crema sono arrivate diverse telefonate, da parte di alcune persone spaventate, che segnalavano una violenta zuffa in un alloggio.
Sul posto è intervenuta immediatamente la pattuglia della Stazione di Rivolta d’Adda poi supportata da altre tre pattuglie dell’Aliquota Radiomobile di Crema e delle Stazioni di Pandino e Bagnolo Cremasco. Quando gli equipaggi dell’Arma sono arrivati hanno trovato per strada, sotto l’abitazione segnalata, tre uomini che si affrontavano con violenza e che non hanno interrotto lo scontro neanche davanti alla presenza in forze dei militari. A quel punto i carabinieri li hanno bloccati, ricostruendo quanto accaduto poco prima. I tre si trovavano a cena nell’abitazione di uno di loro, con la presenza di due donne. Tra due dei tre uomini, per motivi che non hanno spiegato ma relativi a vecchie ruggini tra loro, nasceva una feroce discussione prima verbale, poi trasformatasi in scontro fisico, dando vita a una violenta scazzottata nella quale hanno usato come oggetti contundenti dei bicchieri, dei piatti e degli arredi della casa. I due contendenti, continuando a picchiarsi, sono successivamente usciti di casa e sono arrivati fino alla strada sottostante, seguiti dal terzo uomo e dalle due donne. Qui hanno continuato la contesa nella quale a quel punto si è inserito anche il terzo uomo. In quel frangente sono arrivati i Carabinieri che hanno proceduto a bloccare e identificare tutti, facendo anche intervenire i sanitari perché due di loro avevano delle evidenti ferite in varie parti del corpo. Due dei tre denunciati sono stati trasportati presso l’ospedale di Lodi per le cure e uno di loro è ancora ricoverato in osservazione per le lesioni riportate in più punti del corpo. Nella casa i militari hanno invece rinvenuto, tra le varie cose distrutte durante la lotta, un bicchiere rotto e un coltello sporchi di sangue e probabilmente utilizzati per ferirsi a vicenda. Gli oggetti da taglio sono stati sequestrati mentre i tre uomini sono stati denunciati per quanto commesso.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...