Rimini, stazionano davanti ad un bar armati di pistola e manganelli: denunciati dalla Polizia

Rimini, nella decorsa serata, la Polizia di Stato di Rimini ha denunciato due giovani, un cittadino italiano e un cittadino ucraino per porto abusivo di armi. In particolare, una pattuglia della Squadra Amministrativa della Questura, impegnata in mirati servizi disposti dal Questore finalizzati al rispetto delle normative che riguardano la sicurezza pubblica e specificatamente quelle riguardanti le vigenti disposizioni sul contenimento dell’emergenza COVID-19 è intervenuta nei pressi di un locale in quanto notavano due uomini, completamente vestiti di nero che sfoggiavano rispettivamente una grossa catena in metallo e un manganello telescopico, mentre l’altro deteneva una pistola nella rispettiva fondina, risultata poi essere un’arma giocattolo con tappo rosso, oltre a un manganello. Da un controllo più approfondito, l’italiano è stato trovato in possesso di un coltello a pettine, occultato sotto i pantaloni. Alla richiesta degli operatori sul motivo per il quale i due si trovassero davanti al locale armati di oggetti atti ad offendere, uno dei due uomini asseriva di portare con sé queste armi per una questione di sicurezza personale in quanto, in passato era stato più volte aggredito, mentre l’altro uomo riferiva di aiutare la proprietaria del locale nella sicurezza, visto il notevole afflusso di persone durante la c.d. “Notte Rosa”.

I due soggetti venivano indagati in stato di libertà e le armi poste sotto sequestro.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...