Rimini, ruba birre al supermercato e sferra calci e pugni contro i poliziotti: arrestato

Rimini, nel tardo pomeriggio di ieri, alla sala Operativa della Questura è arrivata la segnalazione di un furto di bibite consumato presso un supermercato di via Flaminia. La volante giunta sul posto ha  notato un giovane sostare davanti al supermercato in compagnia di altre persone, intenti a consumare birre. 

Alla vista dei poliziotti ed in presenza di molti clienti, il ragazzo ha assunto un atteggiamento irruguardoso, sbeffeggiando gli operanti e proferendo parole ingiuriose.

Gli Agenti hanno ammonito il giovane, invitandolo ad assumere un atteggiamento consono e rispettoso, ma alla richiesta di mostrare un documento di identità il ragazzo ha continuato nei suoi atteggiamenti offensivi.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Stante il rifiuto di mostrare un documento di identità e di fornire le generalità, sul posto è giunta un’ulteriore volante al fine di accompagnare il ragazzo in Questura per la corretta identificazione.

Nel tentativo di evitare l’accompagnamento il ragazzo ha iniziato a sferrare calci e pugni verso i poliziotti, colpendo un agente alla spalla e al polso sinistro, rompendogli il cinturino dell’orologio e provocandogli una lesione dichiarata guaribile in 5 giorni.

Gli immediati accertamenti presso il supermercato hanno permesso di accertare che a consumare il furto di birre era stato proprio il ragazzo accompagnato in Questura, e precisamente un ragazzo tunisino di 19 anni, arrestato per furto aggravato, oltraggio, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...