fbpx
CAMBIA LINGUA

Rimini: fingendosi sordomuti chiedono in fiera offerte per una associazione benefica inesistente

I malfattori facendo leva sulla sensibilità delle persone, inducevano i visitatori a donare del denaro che in realtà veniva intascato da loro stessi.

Rimini: fingendosi sordomuti chiedono in fiera offerte per una associazione benefica inesistente.

Quattro Fogli di via Obbligatorio sono stati adottati nella mattinata del 1 marzo nei confronti di quattro soggetti stranieri non residenti a Rimini, all’esito dei servizi di controllo del territorio potenziati in occasione delle esposizioni fieristiche, in particolare per la prevenzione dei reati contro il patrimonio.

Nello specifico, in un caso, in un padiglione allestito in occasione della Key Energy, venivano individuate due persone, un uomo ed una donna, che fingendosi sordomuti cercavano di ottenere del denaro sottoforma di “donazione” per una ipotetica associazione benefica che rappresentavano.
Una volta accortisi di essere stati avvistati dagli operatori della Polizia di Stato, i due soggetti tentavano di allontanarsi velocemente, senza aderire alla richiesta di “alt” degli agenti.

Raggiunti immediatamente si appurava che, simulando di essere sordomuti e facendo leva sulla sensibilità delle persone, inducevano i visitatori a donare del denaro che in realtà veniva intascato da loro stessi.
Altri due complici venivano identificati in un altro padiglione fieristico dove effettuavano la medesima attività truffando altri avventori.
Infine, è stato prestato ausilio ad un cittadino che stava rincorrendo il presunto autore del furto del proprio monopattino.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La volante, immediatamente intervenuta, ha tratto in arresto il soggetto in questione per il Reato di Furto aggravato, riconsegnando il mezzo all’avente diritto.

Rimini: fingendosi sordomuti chiedono in fiera offerte per una associazione benefica inesistente.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×