Rimini, donna tenta il suicidio buttandosi sotto un treno: salvata da due agenti della Polizia

Rimini, tragedia solo sfiorata grazie a due agenti della Polizia. Ieri pomeriggio intorno alle 16 è giunta una segnalazione, tramite 112 nue, di una donna spaesata camminare scalza nei pressi di Rivazzurra.
Una volante della Polizia si è immediatamente recata in zona, ove alcuni passanti segnalavano la presenza della donna nei pressi della linea ferroviaria Taranto-Bologna, vicina alla recinzione che separa la strada dai binari.
Percepita la gravità della situazione i poliziotti si sono precipitati all’angolo tra via Taranto e via Matera, a ridosso della linea ferroviaria ove rintracciavano la donna segnalata che nel frattempo era riuscita a scavalcare la recinzione e si stava arrampicando sulla massicciata che porta ai binari.
Percepiti gli intenti della donna i poliziotti si sono precipitati verso le rotaie, scavalcando la recinzione e arrampicandosi sulla massicciata.
La donna nel frattempo si trovava a un metro e mezzo dalla linea ferroviaria.
Gli agenti hanno bloccato la donna afferrandola per le braccia e con non poca fatica sono riusciti a trascinarla lontano dai binari, pochi secondi prima dell’arrivo del convoglio.
Infatti, dopo pochi secondi, mentre i poliziotti si trovavano con la donna a un paio di metri dalle rotaie, è transitato un treno a tutta velocità.
Con la donna sottobraccio i poliziotti si sono allontanati dai binari, riportandola in sicurezza sulla strada.
La donna è stata accompagnata in Pronto Soccorso.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...