Rieti, fratello e sorella spacciatori: lei in carcere, lui denunciato per averla aiutata ad evitare l’arresto

Rieti, gli Agenti della Squadra Mobile della Questura locale, hanno arrestato la reatina C.B.E., di 33 anni, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Sorveglianza di Roma per aver commesso reati in materia di stupefacenti.

La donna, che era stata arrestata dagli Agenti della Polizia di Stato nel 2018, nell’ambito delle attività di contrasto allo spaccio di droga disposte dal Questore di Rieti, poiché trovata in possesso di oltre 2 kg di hashish che deteneva nascosti nella sua abitazione, è stata condannata dall’Autorità Giudiziaria alla pena definitiva di 3 anni di reclusione.

Gli Agenti della Polizia di Stato l’hanno rintracciata la scorsa settimana in questo capoluogo, nonostante la stessa, con la collaborazione del fratello convivente che ha posto in essere condotte elusive, abbia cercato di sottrarsi alla cattura.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Immediatamente bloccata è stata arrestata e, così come disposto dal Tribunale di Sorveglianza di Roma è stata condotta presso la propria abitazione, in regime di detenzione domiciliare, dove sconterà la sua pena.

Il fratello dell’arrestata, C.L.S., peraltro già noto alla Polizia di Stato in quanto arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile nel 2018, poiché trovato in possesso di oltre 3 kg di hashish, è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria davanti alla quale dovrà rispondere del reato di favoreggiamento per aver cercato di evitare l’arresto della donna.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...