Rieti, agenti di Polizia e Unità Cinofila arrestano uno spacciatore che vendeva eroina spostandosi in bicicletta

Rieti, Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Rieti, hanno arrestato il cittadino nigeriano O.L. del 2000, resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione si inquadra nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti, sin dal suo insediamento in questa sede, dal Questore di Rieti, Maria Luisa Di Lorenzo, per l’intensificazione della vigilanza nelle vie del centro storico reatino.

La Polizia di Stato è, infatti, da sempre impegnata nella vigilanza delle aree del centro cittadino, particolarmente interessate dalla presenza di cittadini extracomunitari e da attività di spaccio la cui individuazione ha consentito, in passato, l’arresto e la denuncia in stato di libertà da parte degli Agenti della Questura di Rieti di alcuni spacciatori.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Nell’ambito di tali servizi di vigilanza gli uomini della Squadra Mobile reatina hanno avviato, all’inizio dello scorso anno, una pressante attività di indagine antidroga nei confronti di un cittadino extracomunitario che era stato sorpreso mentre cedeva due dosi di eroina ad un tossicodipendente reatino. In quella circostanza, lo spacciatore di colore, era riuscito a dileguarsi in sella alla sua bicicletta.

Gli approfondimenti investigativi effettuati dalla Polizia di Stato hanno consentito l’identificazione dello spacciatore straniero e la ricostruzione del suo modus operandi attraverso il quale l’uomo era riuscito a “vendere” oltre 400 dosi di eroina ad assuntori locali, al prezzo di 25 euro a dose, raggiungendoli in vari punti della città, muovendosi agilmente con la sua bicicletta.

Gli elementi di prova raccolti dagli investigatori della Squadra Mobile hanno consentito alla locale Autorità Giudiziaria di emettere nei confronti dello spacciatore una ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita nella mattinata del 19 marzo 2021.

Lo spacciatore, residente in uno dei vicoli che insistono sulla centralissima Piazza San Francesco, non è stato trovato all’interno della sua abitazione, dove si sono recati gli Agenti insieme ad unità cinofile della Polizia di Stato, proprio per la sua capacità di muoversi velocemente in vari punti della città, ma è stato rintracciato, poco dopo, in Via Canali, mentre si trovava in compagnia di un suo connazionale proveniente da fuori regione.

O.l. è stato arrestato e condotto presso la casa Circondariale di Frosinone a disposizione della locale Autorità Giudiziria, davanti alla quale dovrà rispondere dei reati di spaccio commessi.

Inoltre, per entrambi gli stranieri fermati nella scorsa mattinata, sono scattate anche le sanzioni per le violazioni delle norme anti Covid-19 commesse nella circostanza.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...