Reggio Calabria, notte di San Lorenzo: 800 giovani al dj set non autorizzato a Saline Joniche

Reggio Calabria, la notte di San Lorenzo, nota come la notte delle stelle cadenti, in città ed in provincia sono stati intensificati i controlli nei luoghi pubblici o aperti al pubblico per il rispetto della normativa anti-covid. In località Saline Joniche, il personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri ha proceduto al controllo di una nota struttura ricettiva che aveva organizzato per la serata del 10 agosto una cena con intrattenimento musicale e ingresso esclusivo a chi avesse prenotato. All’atto del controllo, invece, il personale operante ha constatato che la serata organizzata era del tipo “danzante” con la diffusione di musica ad alto volume, la presenza di dj e l’impiego di buttafuori. All’evento erano presenti circa 800 giovani, molti dei, quali senza mascherina, ballavano senza rispettare il previsto distanziamento sociale. All’esito di quanto riscontrato, gli Agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, con il supporto dei Militari del Comando Compagnia Carabinieri di Melito Porto Salvo e del personale del Commissariato di P.S. di Condofuri hanno sospeso l’esercizio dell’attività commerciale e sanzionato il proprietario per il mancato rispetto della normativa vigente per il contenimento del coronavirus.

In un momento in cui l’emergenza sanitaria è ancora in atto, si rammenta l’importanza di attuare comportamenti responsabili nel privato ed in società, da parte dei cittadini e degli esercenti le attività produttive per garantire, tutti insieme, la tutela del bene comune della tutela della salute pubblica.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...