Ravenna, nascondeva un caricatore nel calzino, in casa cocaina e marijuana: arrestato

Ravenna, nella tarda mattinata di ieri, la Polizia di Stato – nell’ambito di specifici servizi finalizzati al contrasto del traffico illecito di sostanze stupefacenti – ha arrestato un cittadino italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I poliziotti della Squadra Mobile della Questura hanno proceduto al controllo di un’autovettura Lancia Y a bordo della quale erano presenti quattro giovani. Nel corso dell’identificazione, uno dei giovani manifestava segni di insofferenza, insospettendo gli operatori che, pertanto, effettuavano un controllo approfondito del mezzo, rinvenendo sotto uno dei tappetini posteriori, un calzino al cui interno era custodito un caricatore per pistola munito di nr.9 proiettili calibro 9×19, unitamente ad altri nr.5 proiettili dello stesso calibro ed un tirapugni.
A seguito di quanto rinvenuto, sono state effettuate perquisizioni alla ricerca di armi a carico degli occupanti del mezzo, nel corso delle quali nell’abitazione di uno di questi, D.G. di anni 20, erano rinvenuti ed assoggettati a sequestro gr. 620 circa di sostanza stupefacente di tipo hashish, gr. 420 circa di sostanza stupefacente di tipo cocaina, nonché la somma di euro 1080,00, verosimilmente provento dello spaccio; un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente.
Il giovane, che si assumeva anche la responsabilità del caricatore con i proiettili, era tratto in arresto nella flagranza del reato di cui all’art. 73 comma 1 bis del DPR 309/90 ed indagato in stato di libertà in ordine ai reati di cui all’art.4 L.110/75 e art. 697 c.p. e al termine degli atti, come disposto dall’A.G., è stato condotto presso la locale Casa Circondariale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...