Rapinatore cardiopatico muore sul posto di “lavoro”

289

Un passato da rapinatore esperto quello di Vladimiro Della Porta, 63 anni, cardiopatico e una vita che si è conclusa lo scorso 31 dicembre, proprio durante la notte di Capodanno nella gioielleria che stava tentando di rapinare. L’uomo infatti nel pomeriggio dell’ultimo dell’anno era entrato in una gioielleria di via Menrcanti, forse aveva bisogno di soldi. Dopo aver minacciato il commesso con un taglierino, però, è stato colto da infarto ed è stramazzato al suolo. Immemdiatamente il commesso urlando ha chiamato aiuto e il 118. Insieme ai sanitari sul posto è accorso un poliziotto in borghese che stava passando di là e ha chiamato i colleghi. Ma per il rapinatore non c’era più nulla da fare e una carriera fulgida negli anni 90 si è conclusa nel modo più tragico.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...