Rapina a Lorenteggio, un arresto

210

Si tratta di un cittadino brasiliano, N.C. di 35 anni, ed è stato arrestato questa mattina dalla Polizia di Stato per la rapina avvenuta  la sera del 15 ottobre in un supermercato di via Lorenteggio. L’uomo è stato notato da un addetto alla sicurezza aggirarsi fra gli scaffali del reparto profumeria con una borsa di grosse dimensioni prelevando dei prodotti che aveva occultato all’interno. I poliziotti della volante del Commissariato di P.S. Lorenteggio hanno identificato l’uomo ed accompagnato per gli accertamenti del caso. Sulla base delle descrizioni diramate in precedenza dalla Centrale Operativa della Questura, relative al responsabile di alcune rapine avvenute ai danni di esercizi commerciali anche in altre zone della città e grazie anche alla testimonianza di un dipendente, gli agenti del Commissariato di P.S. Lorenteggio hanno individuato e riconosciuto  l’uomo accompagnato quale autore di una rapina avvenuta il 24 settembre scorso presso un supermercato di viale Bezzi, ove un cittadino aveva prelevato diversa merce dagli scaffali, nascondendola poi all’interno della propria borsa. Raggiunta l’uscita, l’autore aveva però fatto attivare il sistema antitaccheggio. Vistosi scoperto, di fronte a diversi dipendenti dell’esercizio intervenuti, rompeva in terra una bottiglia di vetro con cui minacciava i presenti.

Informato delle operazioni, il Pubblico Ministero di turno ha condiviso in pieno le osservazioni sui gravi indizi di colpevolezza in ordine alla rapina e sui presupposti del Fermo di Polizia, cioè il concreto pericolo di fuga e la possibilità di reiterazione, essendo l’uomo sprovvisto di un documento di identità, in Italia senza fissa dimora, con vari alias, nullafacente e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.

L’uomo è stato poi associato al Carcere di San Vittore, dove questa mattina ha ricevuto la convalida del fermo da parte dell’Autorità Giudiziaria.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...