Quartu Sant’Elena e Serramanna, controlli notturni della Polizia: sei multati per violazione del coprifuoco

Sanzionati i trasgressori che questa notte si aggiravano a piedi senza valide giustificazioni in orari non consentiti dalla normativa vigente

Quartu Sant’Elena, stamattina a Quartu Sant’Elena i Carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia hanno segnalato alla Prefettura di Cagliari per la violazione delle normative per il contenimento della pandemia in corso un 23enne residente a Cagliari in Via Schiavazzi, disoccupato, noto alle forze dell’ordine per altre vicende ed un suo amico 20enne di Monserrato, disoccupato e incensurato. I militari operanti stanotte alle 4:30 nell’ambito di un normale servizio di pattuglia, hanno proceduto al controllo dei due giovani mentre transitavano in via Istria a Selargius a bordo di un’autovettura Citroen DS3, in uso e condotta dal primo dei due. Fermati dai carabinieri, i due ragazzi non hanno saputo fornire valide giustificazioni in ordine al fatto di circolare in orario vietato ai sensi delle normative vigenti. Ad entrambi è stata contestata una sanzione amministrativa pecuniaria di €400 che si ridurrà a 280 se pagata nei primi cinque giorni dalla contestazione o che si raddoppierà in caso di mancato pagamento.

Qualche ora prima attorno all’una, un’altra pattuglia dello stesso reparto ha proceduto negli stessi termini nei confronti di un 22enne di Quartu anch’egli disoccupato e con precedenti denunce a carico. Questi è stato sorpreso a camminare a piedi nella via San Nicolò di Selargius senza un’ammissibile giustificazione da poter opporre alle contestazioni dei Carabinieri. Nei suoi confronti è stata adottata la stessa sanzione.

A proposito di nottambuli, stanotte a Serramanna i carabinieri della locale Stazione hanno identificato tre giovani che giravano a piedi per il paese. Si tratta di 3 lavoratori agricoli rispettivamente di 29, 24 e 28 anni, tutti di Serramanna. Essi non rispettavano l’obbligo di permanere presso la propria abitazione/domicilio dalle ore 23 alle ore 0:05 secondo i protocolli oggi vigenti nella cosiddetta “area gialla, ai fini del contenimento nella pandemia da coronavirus. A tutti e tre è stata contestata la canonica sanzione da €400 e sono stati rimandati a casa. Come sempre in queste circostanze verranno segnalati alla Prefettura di Cagliari alla quale eventualmente potranno fare ricorso, benché non abbiano saputo riferire nulla in ordine alle particolari esigenze che li possano avere indotti o uscire in quell’orario.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...