Arrestato a Milano due anni fa il pedofilo oggi sospettato dell’omicidio di Maddie

Era a Milano come senza fissa dimora il tedesco sospettato oggi di aver rapito e ucciso Maddie Mac Cann, la piccola inglese di 3 anni, nell’estate del 2007 mentre era in vacanza con i genitori in Portogallo.

Si tratta di Christian Stephan Bruckner, 46 anni, latitante in Italia ma in Germania avrebbe dovuto scontare 6 anni per spaccio di droga.

Il 28 settembre 2018  mentre scendeva le scale del consolato dove si era recato per denunciare lo smarrimento del passaporto, in via Solferino, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano su mandato europeo emesso dall’autorità tedesca nove giorni prima.

Per i militari milanesi era “soltanto” un trafficante di droga, ma quando lo hanno portato in caserma  hanno scoperto che nel suo Paese, dove ora è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, era sospettato non solo del delitto di Maddie ma anche di numerosi altri episodi per cui era stato anche già condannato.

Insomma il pedofilo seriale era stato individuato come probabile autore del misterioso delitto perché viveva da anni in Portogallo e come poi è stato accertato si trovava nei dintorni del resort di Maddie proprio nelle della scomparsa.

Gli inquirenti tedeschi  hanno lanciato un appello a chiunque sappia qualcosa perché sono convinti che ci sia qualcuno che sa dove possa essere sepolta la piccola Maddie.

I genitori hanno detto di essere pronti a tutto. Inizialmente erano stati persino sospettati, ma la polizia internazionale non ha mai perso le speranze di trovare il vero responsabile. Christian Bruckner in Germania ha 17 condanne per pedofilia, pedopornografia, furto, violenza e altri reati vari. In Protogallo viveva dal 1995 e trafficava in droga, ma aveva stuprato una donna proprio nel resort di Maddie: un passo falso che ha portato a lui gli investigatori.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...