Pordenone, palpeggia una capotreno: identificato e denunciato in stazione a Mestre

Pordenone, un cittadino nigeriano di 36 anni è stato denunciato dalla Polfer di Mestre per violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale e violenza sessuale.

L’uomo, autore qualche mese fa, di molestie sessuali ai danni della capotreno di un convoglio regionale, è stato individuato all’esito di un’accura attività d’indagine.

In particolare, nel febbraio di quest’anno una capotreno di Trenitalia è stata oggetto di molestie sessuali da parte di un uomo a bordo di un convoglio regionale veloce in viaggio verso Venezia. All’altezza di San Donà di Piave, la donna è stata bloccata dall’uomo tra le porte intercomunicanti e palpeggiata. La capotreno è riuscita comunque, con difficoltà, a divincolarsi e a raggiungere la carrozza ove erano presenti numerosi viaggiatori, mentre, l’aggressore nel frattempo si è dato alla fuga.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

La Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer di Trieste, ove la capotreno ha sporto denuncia, a seguito di attente indagini, grazie alla testimonianza della vittima e alle riprese video dei circuiti di videosorveglianza presenti nelle diverse stazioni sulla tratta percorsa dal convoglio, è riuscita a identificare il 36enne, che già aveva utilizzato quel treno sprovvisto del regolare biglietto. La foto dello straniero, ricavata dai filmati delle telecamere, è stata diramata ai diversi uffici di Polizia consentendo ai poliziotti di rintracciarlo e fermarlo.

L’uomo, in precedenza residente a Padova ed in possesso di regolare permesso di soggiorno a tempo indeterminato, è risultato senza fissa dimora.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...