Pordenone, cittadino romeno allontanato dal Territorio Nazionale: era stato condannato per reati di rapina, resistenza, lesioni e violenza

Pordenone, il 44enne verrà accompagnato all'aeroporto oggi alle 16.00

Pordenone, nella giornata di oggi, mercoledì 28 aprile, il Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio ha disposto l’allontanamento dal Territorio Nazionale di un 44enne cittadino romeno condannato per reati contro il patrimonio, con accompagnamento all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio per l’ imbarco sul volo diretto per Bucarest, con partenza prevista per le ore 16.00.

Il provvedimento di definitivo allontanamento da Territorio Nazionale con ritorno al Paese di origine è stato convalidato dal Giudice del Tribunale di Trieste – Sezione specializzata in Materia di Immigrazione, Protezione Internazionale e Libera Circolazione di Cittadini dell’Unione Europea, essendo stati commessi molteplici reati, alcuni in evidente stato di ebrezza, quali rapina, resistenza, lesioni, resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, con la sussistenza di evidenti motivazioni in materia di pubblica sicurezza a seguito di una rapina commessa nel pomeriggio all’interno di un supermercato di questa via Galilei, quando bloccato dal responsabile lo minacciava simulando di avere un’arma in tasca.

L’uomo veniva, altresì, condannato anche per numerosi reati contro il patrimonio accumulando una pena detentiva di 2 anni e 5 mesi di reclusione, ritornando nel frattempo in Romania.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

La condanna complessiva veniva, quindi estesa a livello europeo e il 6 luglio 2018 il 44enne cittadino romeno veniva estradato e consegnato alle autorità italiane venendo condotto alla Casa Circondariale di Velletri (RM).

Il 10 agosto 2020, avendo scontato il periodo di reclusione, il romeno veniva scarcerato divenendo di fatto irreperibile nel territorio nazionale in quanto senza fissa dimora.

Il 21 marzo scorso, l’uomo compare così a Pordenone, dove viene controllato e sanzionato con la violazione amministrativa per ubriachezza ai sensi dell’art. 688 C.P., da una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico “Squadra Volante”, della Questura di Pordenone, fino all’epilogo nella serata di domenica scorsa 25 aprile, allorquando, nell’ambito dei dispositivi di vigilanza e controllo del territorio, poco prima delle ore 22.00, un equipaggio della “Squadra Volante” interveniva in questa piazza Risorgimento per una lite in atto tra due persone.

Sul posto gli agenti identificavano due cittadini romeni, rispettivamente di 44 e 39 anni, i quali apparivano in evidente stato di alterazione alcolica. Per entrambi, nel frattempo, veniva richiesto l’intervento di personale del “118”.

I poliziotti ricostruivano l’accaduto accertando come la coppia dopo aver bevuto alcune birre, in preda ai fumi dell’alcol aveva iniziato a discutere animatamente per futili motivi passando alle vie di fatto.

In tale circostanza il 44enne con la bottiglia di birra colpiva al volto il contendente procurandogli un taglio al volto con prognosi di gg. 7 e quest’ultimo reagiva con alcuni pugni procurando all’aggressore contusioni con una prognosi di gg. 4.

Dopo essere stati medicati e dimessi dal pronto soccorso, entrambi i contendenti venivano accompagnati in Questura dove sussistendo la flagranza del reato di lesioni aggravate il 44enne, veniva tratto in arresto ed associato presso le camere di sicurezza della Questura a disposizione del P.M. procedente.

Sussistendone, quindi i presupposti di legge, l’adozione del provvedimento di allontanamento per anni 5 dal Territorio Nazionale, con gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Pordenone che hanno accompagnato all’aeroporto bergamasco di Orio al Serio il 44enne cittadino romeno per imbarcarlo nel volo diretto in Romania a Bucarest, con il definitivo allontanamento dal Territorio Nazionale.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...