Pizzighettone, entra in un locale e aggredisce due bariste: 45enne nei guai

Il sabato successivo, ancora a piede libero, ha minacciato delle persone con un coltello

Pizzighettone (Cremona), entra in un locale e aggredisce due bariste: 45enne nei guai.

I Carabinieri della Stazione di Pizzighettone hanno denunciato per percosse e minacce un cittadino straniero di 45 anni, pregiudicato e senza fissa dimora.

L’uomo i giorni scorsi ha creato non pochi problemi all’interno di un locale pubblico di Pizzighettone e in più occasioni è stato necessario l’intervento delle pattuglie dell’Arma. 

Ubriaco al bar

Verso le 20.00 del 9 dicembre, una pattuglia di Castelverde è stata inviata presso un bar di Pizzighettone perché era stata segnalata la presenza di un uomo ubriaco e molto aggressivo che aveva aggredito titolare e dipendenti dell’esercizio pubblico e che dava calci e pugni alla porta del locale.

I militari lo hanno trovato fuori dal bar che barcollava  e urlava frasi senza senso e hanno chiesto l’intervento del personale medico per le cure del caso. La titolare del bar ha poi riferito che l’uomo si era presentato già in stato di ubriachezza e ha preteso altri alcolici.

Al rifiuto, ha aperto lo sportello di un frigo e ha preso da solo una bottiglia di birra, litigando poi con un altro avventore e minacciando di morte la barista.

Le aggressioni

La titolare del bar è riuscita a farlo uscire dal locale per evitare ulteriori problemi, ma l’uomo è rientrato e ha iniziato a urlare verso i presenti. Ha preso una bottiglia di birra che si trovava sul bancone e l’ha lanciata per terra, rompendola.

L’uomo ha quindi preso un’altra bottiglia dal frigo, ma quando la barista ha tentato di fermarlo, l’uomo l’ha afferrata per i capelli e l’ha trascinata. Un’altra barista si è avvicinata, ma è stata spintonata con forza dal 45enne e per difendersi ha estratto uno spray urticante di libera vendita e che deteneva lecitamente, spruzzandolo nel volto dell’uomo.

L’uomo a quel punto ha mollato la presa la donna che teneva per i capelli ed è uscito dal locale, continuando a minacciare tutti e prendendo a pugni e calci la porta, mentre i titolari e i dipendenti si sono chiusi dentro e hanno chiesto l’intervento dei carabinieri.

Filmato dalle telecamere

Il 45enne è stato quindi bloccato dai militari, identificato sanzionato amministrativamente per ubriachezza. Successivamente accompagnato al pronto soccorso per lo stato di alterazione in cui versava.

Tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza presenti all’interno del locale e le immagini sono state consegnate dalle parti lese ai carabinieri in occasione della denuncia per minacce e percosse  presentate. Per tale motivo l’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

La febbre del sabato sera

Non contento per quanto commesso, l’uomo la successiva sera di sabato 10 dicembre, verso le 21.15, si è ripresentato al bar armato di coltello e ha minacciato le dipendenti del locale.

Le donne si sono chiuse in cantina, mentre gli avventori del locale hanno cercato di farlo andare via. Quando ha capito che erano stari chiamati i carabinieri l’uomo si è allontanato e i militari, al loro arrivo, non lo hanno trovato sul posto. Lo hanno cercato anche per le vie del paese, ma le ricerche non hanno portato a risultati. Il 45enne sarà denunciato anche per questo nuovo fatto reato.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...