Pisa, una pattuglia della Squadra Volanti della Questura è intervenuta a seguito della richiesta di un negoziante che aveva segnalato una violenta colluttazione tra due persone

Pisa, alle ore 12.35 di ieri una pattuglia della Squadra Volanti della Questura è intervenuta in via Del Buschetto, adiacente la piazza del Tribunale, a seguito della richiesta di un negoziante che aveva segnalato una violenta colluttazione tra due persone. I poliziotti immediatamente intervenuti hanno trovato a terra tra le auto due persone che lottavano ancora corpo a corpo, hanno provveduto a separarle, riportare la calma ed identificare compiutamente. Si è accertato, grazie alla testimonianza della vittima e del richiedente l’intervento, che uno dei due, residente poco distante, era stato affrontato da un giovane sconosciuto che con fare minaccioso gli aveva chiesto di dargli del denaro. Al suo diniego, l’aggressore lo aveva colpito con dei calci al fianco ed alla schiena, suscitando al reazione della vittima che aveva ingaggiato una colluttazione con il rapinatore, colluttazione che ancora proseguiva all’arrivo della volante. L’aggressore, pluripregiudicato per reati specifici 30enne di Pisa, con in atto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria dopo essere stato scarcerato di recente sempre per rapina, commessa in piazza s. Caterina, è stato tratto in arresto e portato in Questura per gli atti di rito; il Pubblico Ministero di turno ne ha disposto il trattenimento nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa della convalida del provvedimento precautelare ed il giudizio per direttissima, fissato per la mattinata di lunedì 14 giugno.

Alle ore 15.40 una pattuglia della Squadra Volanti della Questura interveniva in Corso Italia, presso il negozio H&M, per la segnalazione di un patito furto ad opera di una minore. La ragazza di anni 16, residente nella periferia cittadina, aveva sottratto alcuni capi di abbigliamento del valore di alcune decine di euro dal negozio e superato le casse senza pagare; gli addetti alla vigilanza si erano accorti delle manovre furtive della giovane e l’avevano bloccata, allestendo la Polizia. La pattuglia ha restituito nella immediatezza i capi di abbigliamento trafugati alla direzione dell’esercizio commerciale ed accompagnata la minore in ufficio, dove ha redatto gli atti inerenti la denuncia a suo carico per furto aggravato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze. Al termine, così come prevede il codice, la minore è stata affidata al padre, nel frattempo giunto in Questura.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...