Pisa, maxi-rissa nel parcheggio di via Putignano: fermate due persone

La gelosia al centro della discussione

Pisa, maxi-rissa nel parcheggio di via Putignano: fermate due persone.

Alle ore 12.45 di ieri, a seguito di segnalazione da parte dei residenti, due pattuglie della Squadra Volanti di Pisa sono intervenute presso il parcheggio pubblico di via di Putignano, dove era stata segnalata una accesa lite tra due gruppi di stranieri.

Gli operatori sono accorsi sul posto, anche perché una segnalazione accennava all’ utilizzo di bastoni, in realtà non riscontrata sul posto, riportando la calma ed identificando le parti.

Rissa nel parcheggio

Si è trattato di una lite tra un gruppo di cittadini rumeni ed un gruppo di cittadini macedoni, che avevano discusso animatamente tra loro per motivi di gelosia, e nello specifico la fine di una relazione amorosa tra un cittadino macedone ed una cittadina rumena, fine evidentemente non indolore e che aveva coinvolto anche amici connazionali di entrambi.

I fermati

Tra gli identificati un macedone 36enne, che all’ atto della verifica in Banca dati è risultato da ricercare perché destinatario di un ordine di carcerazione con sospensiva, emesso dall’ Ufficio Esecuzioni penali presso la Procura della Repubblica di Pisa a seguito di condanna per il reato di evasione.

È stato fermato pure un cittadino rumeno 31enne, da ricercare perché destinatario di un ordine di carcerazione con sospensiva, emesso dall’ Ufficio Esecuzioni penali presso la Procura della Repubblica di Pisa a seguito di condanna per violazione di una misura di prevenzione.

Entrambi sono stati accompagnati in Questura per gli adempimenti inerenti la notifica degli atti giudiziari, che sospendono provvisoriamente la condanna in attesa di eventuale richiesta di misure alternative.

Pericolo sventato

Gli altri compartecipi sono stati informati dei loro diritti ed invitati ad allontanarsi sul posto, senza  che si sia reso necessario l’ intervento dell’ ambulanza  perché per fortuna la tempestiva segnalazione dei residenti ha consentito alla Polizia un altrettanto tempestivo intervento, che ha evitato che la situazione degenerasse. 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...