Piacenza, noto ladro ferroviario fermato dopo diversi furti sul treno Lecce-Torino

Piacenza, dopo un’indagine di alcuni giorni, la Polizia Ferroviaria di Piacenza ha identificato l’uomo che,  nella notte del 27 giugno scorso, ha messo a segno diversi furti a bordo di un treno intercity  notte nella tratta Lecce-Torino.  

Si tratta di un siciliano di 54 anni, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio,  in particolar modo in ambito ferroviario, e ritenuto uno “specialista dei furti sui treni”.  L’uomo ha fin da subito attirato i sospetti del capotreno che lo aveva trovato a bordo senza  biglietto; anche alcuni viaggiatori avevano notato la sua presenza vedendolo aggirarsi  furtivamente tra le carrozze. I sospetti hanno trovato conferma durante la corsa, quando alcuni  passeggeri hanno lamentato la scomparsa dai propri bagagli di soldi e altri effetti personali di  valore.  

Il ladro, che nel frattempo aveva abbandonato le valige vuote all’interno dei bagni del treno, è  stato rintracciato dal personale di bordo e, per fuggire, con un chiavistello ha aperto in corsa una  porta del treno, provocandone l’arresto in aperta campagna, nei pressi di Pontenure. Per  assicurarsi la fuga, ha spinto il capotreno ed è sceso al volo dal convoglio.  

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Le accurate descrizioni fornite alla Polizia nell’immediatezza hanno consentito di rintracciare  l’autore dei furti qualche ora più tardi, mentre si aggirava ignaro sulla strada che collega  Pontenure a Piacenza. L’uomo, in seguito riconosciuto dal capotreno e dalle vittime, una volta  identificato è stato denunciato per rapina e interruzione di pubblico servizio, perché la sua  condotta ha provocato anche un ritardo del treno di circa trenta minuti.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...