Pescara, indagato per tentato omicidio, ha tentato di scappare in taxi, arrestato

E' stato proprio il tassista ad aiutare la Polizia ad arrestare il fuggitivo, che in contatto con gli agenti ha incastrato l'indagato per tentato omicidio

Pescara, indagato per tentato omicidio, ha tentato di scappare in taxi, arrestato.

A seguito di incessanti attività di indagini, successive al tentato omicidio di un giovane di origine dominicane, di anni 23, presso un locale di questa piazza della Rinascita, la Squadra Mobile di Pescara raccoglieva concreti elementi di responsabilità a carico di un giovane di 29 anni, di origine abruzzese, emigrato all’estero.

Il figuro braccato dagli agenti di Polizia, nel corso del pomeriggio, dopo essersi rifugiato presso alcuni parenti in questa regione, a bordo di un taxi si dirigeva sull’autostrada Adriatica, in direzione Nord.

Grazie alla complessa attività di ricerca coordinata dalla questura di Pescara che vedeva l’interessamento delle questure di Fermo, Ancona e Pesaro, nonché dei Compartimenti di Polizia Stradale dell’Abruzzo e delle Marche, il prevenuto veniva bloccato all’interno dell’area di servizio Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino, secondo procedure investigative finalizzate all’intervento in sicurezza per salvaguardare l’incolumità del conducente del taxi, e degli avventori presenti nell’area di servizio.

Infatti, gli investigatori di Pescara, rintracciavano telefonicamente il tassista mantenevano il contatto al fine di operare un intervento in sicurezza evitando che lo stesso venisse preso come ostaggio.

Gli agenti della Polizia Stradale intervenuti, poi supportati dagli agenti delle Squadre Mobili sopracitate, a seguito di perquisizione, sequestravano una pistola semiautomatica che i prossimi accertamenti valuteranno se compatibile con quella utilizzata per l’efferato delitto.

Il soggetto è ancora trattenuto presso gli uffici della Polizia Stradale per gli accertamenti di competenza.

Il Procuratore della Repubblica dr. Giuseppe Bellelli ed il Sostituto Procuratore dr.ssa Rapino, nella giornata odierna, valuteranno le fonti di prova raccolte dagli uomini del Questore Luigi Liguori al fine di verificare l’effettivo coinvolgimento dell’arrestato nel grave fatto criminoso.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...