Pescara, chiedono soldi per i bambini disabili: è una truffa

Denunciato un 33enne rumeno

Pescara, chiedono soldi per i bambini disabili: è una truffa.

La Polizia di Stato ha denunciato un 33enne rumeno, già noto alle Forze di Polizia per reati contro il patrimonio e truffe.

Durante il servizio di controllo del territorio, gli agenti della Squadra Volante di Pescara hanno notato in Via Nicola Fabrizi tre persone, due donne e un uomo, che con fare sospetto avvicinavano le persone in
transito mostrando loro delle cartelline con dei moduli. Gli operatori di polizia hanno deciso di identificarli ma due di loro si sono dati alla fuga.

Dagli accertamenti esperiti sul terzo, si è scoperto che il gruppo era dedito alla commissione di truffe, portate a termine con le seguenti modalità: avvicinano i passanti nelle vie del centro e chiedono offerte a favore di presunte associazioni benefiche che si occupano di raccogliere fondi per la costruzione di centri dedicati all’assistenza di non udenti, disabili e bambini poveri. Il modulo che utilizzano prevede la compilazione di alcune colonne con l’indicazione dell’importo della donazione e della firma, e riporta il marchio di una fantomatica associazione chiamata “Handicap International”.

Gli agenti hanno trovato, in questo caso, alcune decine di euro nelle tasche del truffatore, somma molto probabilmente sottratta a persone che, di fronte ad una richiesta di donazione, non ha saputo dire “no”. La cartellina ed il modulo di raccolta firme sono stati sequestrati.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...