fbpx

Pescara, aggredisce controllore sul bus: individuato grazie all’intelligenza artificiale

Il fatto risale allo scorso 9 agosto ed è accaduto nei pressi del terminal bus al centro di Pescara

Pescara, aggredisce controllore sul bus: individuato grazie all’intelligenza artificiale.

È un uomo di 41 anni di origini kosovare la persona che, a Pescara, ha aggredito un controllore di bus per evitare una multa e poi fuggire. L’uomo è stato individuato grazie all’Intelligenza Artificiale, attraverso il sistema automatico di riconoscimento delle immagini (Sari) utilizzato dalla Polizia. L’uomo è stato denunciato per i reati di lesioni aggravate, violenza e minacce a pubblico e interruzione di pubblico servizio e omissione di soccorso.

Il fatto risale allo scorso 9 agosto ed è accaduto nei pressi del terminal bus al centro di Pescara. Un addetto al controllo dei biglietti è stato aggredito da un uomo che, come i suoi quattro familiari, era sprovvisto del titolo di viaggio.

pescara

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’uomo ha sferrato un pugno al controllore appena sceso dall’autobus e poi è fuggito. Sul posto sono intervenuti gli agenti allertati da un collega della vittima, ma l’aggressore era riuscito ad allontanarsi. Il controllore ferito è stato trasportato in ospedale: gli sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Gli agenti della Polizia Scientifica hanno poi identificato l’autore dell’aggressione con il sistema Sari: il software è un sofisticato programma per il riconoscimento facciale, in grado di confrontare le immagini estrapolate dai video catturati da un altro controllore presente sul bus, con i volti dei soggetti foto-segnalati, restringendo il campo a una platea ristretta di sospettati.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×