Pavia, controlli sulla movida: 100 persone assembrate

Pavia, Nella serata di mercoledì 20 settembre la Polizia di Stato e la Polizia  Locale di Pavia hanno controllato alcuni esercizi commerciali del centro storico, per verificare il rispetto delle misure anti covid nell’ambito della cd. movida.
Nel corso dell’attività, svolta anche con personale in abiti civili e con il prezioso supporto della Polizia Scientifica della Questura, gli operatori hanno constatato la presenza di un consistente assembramento di persone all’esterno di uno dei locali di via Beccaria.
Giunti nei pressi del citato esercizio, gli Agenti hanno appurato che all’interno, a ridosso del bancone di somministrazione, vi erano decine di giovani ammassati in attesa di ordinare o pagare le consumazioni.
Risultando da subito evidente il mancato rispetto del distanziamento sociale minimo e l’assenza di qualsivoglia misura organizzativa da parte del titolare per prevenire la formazione di assembramenti, si è provveduto a documentare con accuratezza quanto stava avvenendo
sia all’interno che all’esterno.
Nella diretta pertinenza del locale, un numero ancora più consistente di ragazzi stava formando un ulteriore assembramento, anche in questo caso senza rispettare le prescritte misure precauzionali.
Dall’immediata attività ispettiva all’interno dell’esercizio, è stata accertata la presenza di 72 avventori; inoltre, nelle immediate adiacenze, vi erano oltre 100 persone assembrate, molte delle quali intente a consumare bevande appena acquistate.
Dalla verifica è emerso inoltre che non era stata predisposta alcuna adeguata informazione sulle misure di prevenzione da Covid.
In conseguenza delle gravi e numerose violazioni alle linee guida previste per le attività economiche, per la prevenzione ed il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid, nella giornata di ieri al titolare dell’attività è stata contestato il relativo illecito
amministrativo, con contestuale irrogazione della sanzione amministrativa pecuniaria di 400 euro.

Nei confronti dell’esercizio, è stata infine applicata la sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni a decorrere da oggi.
L’importante attività posta in essere dalla Questura e dalla Polizia Locale ha riguardato uno dei luoghi maggiormente interessati dalla movida, che soprattutto negli ultimi giorni era stato oggetto di numerose segnalazioni per violazioni della normativa anti covid.
Nelle prossime settimane tutte le forze di polizia, con il concorso della polizia locale, saranno impegnate nello svolgimento di ulteriori controlli nei confronti di esercizi commerciali e relativi avventori, pianificati in Prefettura in sede di Comitato Provinciale


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...