Pavia, arrestato per furto perpetrato da più di 3mila euro in una cantina di vini

Pavia, Nella mattinata del 12 agosto u.s. la Polizia di Stato di Pavia ha proceduto all’arresto di un cittadino italiano sessantenne, O.D., per furto perpetrato all’interno di una cantina.

Alle ore 10.30 circa sulla linea telefonica 112 NUE veniva segnalata la presenza di un soggetto
sospetto all’interno di uno stabile di Via Maestri Comacini.
Intervenuti tempestivamente sul posto, gli operatori dell’U.P.G.S.P. della Questura rintracciavano all’interno del condominio un uomo corrispondente alla descrizione della richiedente: un sessantenne italiano che indossava una camicia da lavoro ed una mascherina di colore nero.

L’uomo, che portava al seguito una borsa in plastica di grandi dimensioni, fermato dagli agenti,
riferiva in maniera inverosimile, di essersi recato all’indirizzo di cui sopra per incontrare l’amante e consegnarle in dono il contenuto nella borsa.
Lo stesso tuttavia non forniva le generalità della persona da incontrare adducendo come pretesto lo stato di coniugio della donna.

Gli agenti procedevano al controllo della borsa al cui interno rinvenivano una bottiglia di “Don
Pérignon Vintage 2002”, una statua dell’artista Ferrigno Marco, una ceramica, riportate il logo di “Royal Copenaghen”, il tutto per un valore complessivo di circa 3.000,00 euro.
All’esito della perquisizione venivano inoltre sequestrate a carico dell’O.D. un mazzo di chiavi e
grimaldelli di vario tipo e dimensioni e una torcia notturna frontale da pesca, rinvenute nelle tasche dei pantaloni e nel taschino della camicia dell’uomo.
Dall’attività di indagine successivamente svolta si appurava che l’ingresso di due cantine
dell’edificio di cui sopra era stato scassinato e che la merce asportata era stata prelevata da una di tali pertinenze. La refurtiva veniva riconsegnata ai legittimi proprietari.
Per tali motivi il soggetto veniva arrestato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Pavia.
Nella mattinata odierna si è celebrata l’udienza per direttissima in esito alla quale è stato
convalidato l’arresto e O.D. è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...