Oristano, Giornata ecologica a Torre Grande: 200 iscritti, 30 quintali di rifiuti raccolti e la bandiera blu

Dagli pneumatici alle cartacce, dalle bottiglie alle cicche: cittadini e associazioni hanno raccolto di tutto, ma il rifiuto più particolare è stato un motorino, trovato semi-interrato dentro la pineta

Oristano, 200 iscritti e 30 quintali di rifiuti raccolti nella borgata marina di Torre grande.
La giornata ecologica organizzata dal Comune di Oristano, in collaborazione con Formula Ambiente, ha fatto registrare ottimi numeri, considerate anche le difficili condizioni meteo, con caldo torrido fin dalle prime ore della mattina. Eppure, i volontari che sono arrivati nel lungomare si sono armati di buona volontà e hanno dato un contributo importante alla salvaguardia ambientale del litorale.

La raccolta si è concentrata in 3 aree: lungomare, porticciolo turistico e pineta nella zona dell’ex circoscrizione. Dagli pneumatici alle cartacce, dalle bottiglie alle cicche: cittadini e associazioni hanno raccolto di tutto, ma il rifiuto più particolare è stato un motorino, trovato semi-interrato dentro la pineta.

“Un ringraziamento particolare è dovuto alle associazioni che hanno partecipato e ai singoli cittadini che hanno dimostrato di voler bene alla borgata – dice il Sindaco Andrea Lutzu -. Hanno fatto un grande lavoro. I servizi che abbiamo già, come la farmacia, il punto-medico, le passerelle a mare, ci hanno consentito di avere anche quest’anno la Bandiera blu. Noi cercheremo di andare oltre, con la riqualificazione del lungomare, per cui è stato approvato il progetto esecutivo”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Nella piazza della Torre, la giornata è cominciata alle 8 e 30, con la raccolta delle prime iscrizioni. Contributo determinante per la buona riuscita della giornata è stato dato dai ragazzi della Consulta Giovani, che hanno curato la parte logistica, con la consegna dei kit ai partecipanti. Magliette, guanti, borracce e buste per i tanti volontari presenti, tra i quali il gruppo di giovani del Circolo Nautico e l’associazione dei residenti di Torre Grande. La cooperativa sociale Sea Scout ha allestito una postazione, con dimostrazioni di manovre salvavita e utilizzo del defibrillatore. Dal Ceas Aristanis un laboratorio di educazione ambientale, con attività di sensibilizzazione sul riciclo creativo. L’Orto di Eleonora ha messo a disposizione un gazebo per la distribuzione gratuita dell’ottimo melone “Corallo” e dell’anguria “Eleonora”, particolarmente graditi tra i partecipanti.

Grande soddisfazione per chi ha vinto i premi finali, assegnati con un’estrazione tra coloro che hanno partecipato alla raccolta dei rifiuti. Tre biciclette e cinque buoni-spesa offerti da Spazio Conad hanno contributo a rallegrare ulteriormente la giornata.
La giornata si è conclusa con la cerimonia della Bandiera blu 2021 issata nel giardino di fronte alla Torre spagnola: “Siamo orgogliosi del riconoscimento ottenuto anche quest’anno – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Gianfranco Licheri -. Abbiamo rispettato gli oltre trenta parametri che consentono di avere il vessillo, sinonimo di qualità ambientale, a partire dalla salubrità delle nostre acque marine, per finire coi servizi che garantiamo ogni anno, come il salvamento a mare che sta per partire anche quest’anno”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...