Nuoro, omicidio a colpi di armi da punta e taglio: due fratelli in carcere a Orune

Nuoro, nel corso della mattinata di ieri, in relazione all’omicidio dell’orunese Mauro Antonio CARAI, i militari del Nucleo Investigativo di Nuoro, unitamente al personale del Reparto Squadriglie di Nuoro, dello Squadrone Cacciatori Sardegna di Abbasanta e della Compagnia Carabinieri di Bitti, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Nuoro, su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo barbaricino, a carico dei fratelli gemelli Maoro e Giuseppe CONTENA, cl. 1970, residenti in Orune, allevatori.

L’evento criminoso in narrativa, si verificava in Orune (NU) località Sant’Efisio nella serata del 27 agosto scorso allorquando il cadavere del CARAI veniva rinvenuto a pochi metri dalla sua auto, in posizione supina all’interno di una cunetta adiacente la strada sterrata che conduce ai pascoli del Comunale di Orune-Località Monte Tiria, presentando ferite da arma da punta e taglio in varie parti del corpo.

L’esito delle indagini, dirette nell’immediato dalla sopra richiamata Procura della Repubblica di Nuoro, protrattesi sino alla data di ieri e sviluppatesi sia mediante le attività tecnico scientifiche sul locus commissi delicti ed ai successivi accertamenti tecnici ad opera del RIS Carabinieri di Cagliari sia attraverso la penetrazione info investigativa nell’ambiente agro pastorale locale, consentiva la raccolta di rilevanti elementi indiziari che conducevano all’emissione del sopra riportato provvedimento cautelare, nel corso della cui esecuzione veniva altresì rinvenuta una pistola con matricola abrasa e relativo munizionamento.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Gli arrestati, sono stati tradotti presso il carcere di Nuoro Badu e Carros, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...