Neo diciottenne confezionava dosi di droga in casa

230

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza a Milano un giovane 18enne per detenzione ai fini di spaccio di droga. Nell’ambito dei controlli del territorio disposti dal Questore di Milano Marcello Cardona e finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti del Commissariato Greco Turro, a seguito di attività di indagine, hanno arrestato il ragazzo, con precedenti specifici, ritenuto da tempo responsabile di una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo “marijuana” condotta nel quadrante nord del capoluogo, con base logistica presso l’abitazione, all’insaputa dei genitori con i quali abitava. Una volta individuato l’appartamento, i poliziotti hanno trovato nella stanza del ragazzo un vero e proprio laboratorio per la preparazione ed il confezionamento dello stupefacente in bustine di vario peso sino a cinquanta grammi, accuratamente preparate anche mediante l’utilizzo della macchinetta per il “sottovuoto”. In particolare, oltre al sequestro di circa 100 grammi di marijuana, gli agenti del Commissariato Greco Turro della Questura di Milano hanno rinvenuto e sequestrato anche 250 euro ed un elenco dei clienti con annotate data, quantitativo di sostanza ceduta e nome o soprannome degli acquirenti con la relativa somma di denaro. Si è acclarato che lo stupefacente, una volta lavorato e confezionato, veniva ceduto sia agli spacciatori attivi lungo viale Monza sia direttamente presso i numerosi locali pubblici della zona di via Venini, piazza Morbegno e limitrofi la stazione Centrale. Il giovane arrestato provvedeva direttamente alla cessione di alcuni quantitativi anche all’interno della propria abitazione a cui faceva accedere soltanto la clientela più fidata, quando i genitori erano a lavoro, mettendo a disposizione un angolo per la consumazione collettiva dello stupefacente mediante pipe ad acqua dette “bong” su richiesta degli acquirenti. Le predette modalità di conduzione dell’illecito traffico, peraltro svolto da solo con estrema disinvoltura approfittando delle assenza per lavoro dei genitori, gli hanno consentito di protrarre indisturbato nel tempo la redditizia attività di spaccio senza incorrere in controlli di Polizia: nel momento di massima resa durante le festività di fine anno, dal 18 dicembre 2018 ad oggi, risulta dettagliatamente annotata la cessione di ben 800 grammi di marijuana con un ricavo di oltre un migliaio di euro.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...