fbpx
CAMBIA LINGUA

Napoli, tentano il “cavallo di ritorno” ai danni di una donna ma all’appuntamento trovano la Polizia: in manette due 20enni

Sono stati tratti in arresto per tentata estorsione

Napoli, tentano il “cavallo di ritorno” ai danni di una donna ma all’appuntamento trovano la Polizia: in manette due 20enni.

Nel pomeriggio di venerdì, una donna si è recata presso gli uffici del Commissariato Posillipo, a Napoli, per denunciare di aver ricevuto diverse telefonate da un’utenza sconosciuta da parte di un uomo che le aveva chiesto la somma di 1000 euro per la restituzione della sua auto, rubata qualche giorno prima in corso Vittorio Emanuele.

In sede di denuncia, la donna ha ricevuto un’ulteriore telefonata dall’utenza sconosciuta ed una poliziotta ha gestito direttamente la chiamata riuscendo a stabilire un punto di incontro per la consegna del denaro.

Così, gli agenti si sono recati in viale Comandante Umberto Maddalena, luogo prestabilito per l’appuntamento, dove hanno organizzato un servizio di appostamento, lasciando il denaro richiesto tra i cespugli, in attesa dell’arrivo dell’indagato.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Dopo poco, gli agenti hanno visto sopraggiungere due ragazzi a bordo di un’auto. Gli stessi, dopo esser scesi dal veicolo, hanno cercato di recuperare il pacchetto con il denaro ma sono stati bloccati, anche grazie al supporto di una pattiglia del Commissariato Secondigliano. Inoltre, uno dei due è stato trovato in possesso di una centralina diagnostica per auto.

I due indagati, di 21 e 24 anni quest’ultimo con precedenti di polizia – sono stati tratti in arresto per tentata estorsione, mentre l’auto della donna è stata poi rinvenuta in piazza Vittorio Emanuele e riconsegnata alla stessa.

polizia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×