Monza, minaccia con coltello il nuovo compagno della ex. Carabinieri arrestano 50 enne

Monza, Dopo l’ennesimo episodio di minaccia la donna ha trovato il coraggio di denunciare. Fondamentale, ancora una volta, la collaborazione della vittima che ha deciso di porre fine all’incubo che durava ormai da anni. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Monza hanno avuto inizio negli scorsi mesi quando la donna si era rivolta ai carabinieri della Stazione di Lissone per chiedere aiuto, terrorizzata dalle continue minacce di morte subite dall’ex compagno dal quale era ormai separata dal 2017. L’uomo, 50 enne italiano, pregiudicato, senza fissa dimora, non aveva mai accettato la fine della relazione e dal momento della separazione non aveva mai smesso di cercarla, Telefonate ad ogni ora del giorno e della notte, pedinamenti e minacce di morte, spaventato dall’idea che potesse avere un altro.
Dopo l’ennesimo appostamento sotto casa aveva effettivamente scoperto la nuova relazione della sua ex moglie e a quel punto, accecato dalla gelosia, aveva rintracciato e minacciato di morte il nuovo compagno. Sorpreso sotto casa della donna, lo minacciava con un coltello costringendolo a dichiarare la fine della relazione. Analogamente la vittima, contattata telefonicamente, veniva obbligata a dichiarare la fine della storia.
Le risultanze investigative raccolte dai carabinieri di Lissone sotto la direzione della Dott.ssa. Sara Mantovani, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Monza, hanno consentito di accertare l’effettiva pericolosità dello stalker e il concreto pericolo per l’incolumità della vittima e delle persone a lei vicine.
Risultanze racchiuse nella richiesta del Pubblico Ministero e condivise dal GIP che emetteva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dell’uomo per il reato di atti persecutori e minaccia.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...