Monza, arrestato extracomunitario di 32 anni: fermato ieri sera a seguito di un controllo del «Nost» e trovato con cocaina

Monza, 01 febbraio 2021. Nuova operazione antidroga del «Nost» («Nucleo Operativo Sicurezza Tattica»): in manette è finito un cittadino extracomunitario per possesso di cocaina, ricercato nell’ambito dell’operazione «Dedalo» dove, lo scorso ottobre, la Questura era intervenuta contro lo spaccio nei giardini di via Azzone Visconti con diverse decine di arresti.
L’arresto. Ieri pomeriggio, intorno alle ore 17.30, nel corso di un controllo del territorio due agenti del «Nost» hanno fermato in via Maroncelli una Mazda. L’uomo al volante dell’auto, marocchino di 32 anni, ha provato a scappare e nella fuga si è liberato di alcuni ovuli di colore bianco. Raggiunto dagli agenti, il marocchino ha opposto resistenza, ma è stato ammanettato e arrestato. Dalla perquisizione sull’uomo e nell’auto gli agenti hanno rinvenuto 14 ovuli contenenti 9 grammi complessivi di cocaina, un bilancino, vari cellulari e schede telefoniche. L’uomo è stato portato al Comando di via Marsala dove, grazie all’attività di fotosegnalamento, è emersa a suo carico una «nota di rintraccio» per l’esecuzione di una misura cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione «Dedalo». Il marocchino, pertanto, alla fine di tutti gli accertamenti, è stato condotto presso la Casa circondariale di Monza.
Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
Più risorse dallo Stato e certezza della pena per riprendere il controllo del territorio. «Questa operazione conferma l’attenzione e il successo dell’azione della Polizia Locale nel contrasto allo spaccio, ha dichiarato l’Assessore alla Sicurezza Federico ArenaE conferma come, anche a Monza, la piazza della droga sia quasi del tutto in mano a cittadini extracomunitari. I dati di Orim (Osservatorio Regionale per l’Integrazione e la Multietnicità) e Polis Lombardia confermano che, mentre il tasso di criminalità degli italiani è dell’8,2 per mille, quello degli stranieri è 5/6 volte superiore, ovvero del 45,8 per mille. Il rapporto tra stranieri ed italiani nella violazione della normativa sugli stupefacenti è di 3 a 1. Questa è una situazione che ha bisogno di provvedimenti urgenti da parte del Governo: chiusura dei confini, espulsioni e carcere certo per chi delinque. Solo così potremo riprendere completamente il controllo del territorio».

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...