Monza, blitz della Polizia Locale nell’area dell’ex macello in via Procaccini

Monza, 02 ottobre 2020. «Continua la nostra azione di contrasto all’illegalità». Con queste parole l’Assessore Federico Arena commenta il blitz della Polizia Locale nell’area dell’ex macello in via Procaccini.

Lo sgombero. Martedì 29 ottobre sei agenti del «Nost» («Nucleo Operativo Sicurezza Tattica») sono entrati nell’area dismessa alle 7.45 del mattino. In un edificio adibito a magazzino hanno sorpreso quattro cittadini extracomunitari, tutti di nazionalità marocchina, di età compresa tra i 19 e i 22 anni. I quattro stranieri sono stati svegliati dall’arrivo degli agenti e hanno reagito opponendo resistenza. Tutti erano privi di documenti e, pertanto, sono stati accompagnati al Comando di via Marsala, con il supporto di un’autovettura della Polizia di Stato. Dall’attività di foto segnalamento è emerso che solo uno dei quattro fermati era in regola con il permesso di soggiorno, mentre gli altri tre avevano già ricevuto provvedimenti di espulsione. I quattro extracomunitari sono stati denunciati per le violazioni al testo unico sull’immigrazione e per l’invasione di edifici pubblici. L’intervento, inoltre, ha poi permesso di recuperare cinque biciclette, probabilmente rubate, che saranno pubblicate sulla pagina Facebook del Comune di Monza «Bici e oggetti ritrovati».

Interveniamo contro degrado e criminalità. «L’area dell’ex macello è sotto la nostra attenzione da giugno. Abbiamo fatto diversi interventi e identificato e denunciato altri due soggetti, senza fissa dimora. Chi pensa di poter occupare impunemente aree pubbliche o private in stato di abbandono – conclude l’Assessore – fa male i suoi conti. La Polizia Locale è impegnata ogni giorno a riportare la legalità e a contenere le sacche di degrado urbano. Ma non basta. Adesso mi auguro che gli occupanti abusivi marocchini – già destinatari di provvedimenti di espulsione – siano  rimandati nel loro Paese. Perché, altrimenti, entro qualche giorno li ritroveremo ancora lì».

Manutenzione. Per la messa in sicurezza dell’area nelle prossime settimane il Comune avvierà un’importante operazione di manutenzione che consisterà nella chiusura di tutti i varchi della recinzione per impedire nuovi ingressi da parte di persone non autorizzate.

 

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...