Monza, attirate in Italia e rinchiuse in appartamento con la falsa promessa di un matrimonio

Monza, La Polizia di Stato di Monza ha proceduto all’arresto di Z.G., 69enne italiano, resosi responsabile di sequestro di persona.

La sera del 18 Luglio u.s., la Questura di Monza e della Brianza veniva avvisata dall’ambasciata italiana di Santo Domingo che Y.M.M. aveva appena denunciato agli organi di Polizia dell’isola caraibica, che la sorella 23enne Y.M.J.M, dal 1° luglio si trovava in Italia, reclusa in un appartamento. Gli immediati accertamenti della Squadra Mobile consentivano di individuare l’abitazione in questione nel Comune di Muggiò e di identificare l’aguzzino in Z.G. di anni 69.
La stessa sera personale della Squadra Mobile faceva irruzione all’interno dell’appartamento e, accertati i fatti, liberava oltra a Y.M.J.M anche la coetanea F.V.N., attirata da Santo Domingo in Italia con la falsa promessa di un matrimonio e anch’ella sequestrata nello stesso appartamento fin dal Gennaio scorso.
Nel racconto delle giovani donne i mesi di prigionia in cui quotidianamente Z.G. usciva di casa per diverse ore chiudendole dentro a chiave ed inserendo anche l’allarme perimetrale.
Nell’abitazione sono state rinvenute anche una pistola, legalmente detenuta, e le repliche di altre due pistole prive di tappo rosso, oltre a diverso materiale informatico sul quale sono in corso accertamenti.
Parimenti da accertare la circostanza che in almeno due occasioni Z.G. si sia anche reso responsabile di violenza sessuale.

Monza, rinchiuse in appartamento con la falsa promessa di un matrimonio


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...